Roma, 31 ott – Niente, Chef Rubio proprio non ce la fa a trattenersi: questo fatto che l’asse del centrodestra rappresentato dalla Lega di Salvini, da Fratelli d’Italia e da Forza Italia abbia vinto nella rossa Umbria lo manda in tilt. Adesso quello che è assolutamente “antidemocratico” è il fatto che il leader della Lega abbia fatto campagna elettorale “nelle piazze”.

L’articolo del Corriere

Chef Rubio, il cuoco di Twitter (perché con tutto il tempo che passa online ci chiediamo quando trovi il momento di andare in cucina) condivide uno screenshot preso dal sito del Corriere. L’articolo da lui “incriminato” riporta la firma di Pier Luigi Battista e si intitola: “Piazze, selfie e strette di mano: Salvini ci mette il fisico”. L’articolo parla del trionfo umbro della Lega che a parere del giornalista sarebbe tutto da imputarsi alla massiccia presenza di Salvini nelle strade, nelle piazze, nei borghi a volte anche a “scapito” dei grandi mass media (si riporta ad esempio l’episodio in cui Salvini rinunciò ad andare ad un famoso talk show in favore di un comizio).

 

“Raccimulare” voti …

Ma a Rubio anche una semplici analisi della comunicazione di Salvini non aggrada: “Andare nelle piazze con lo scopo di raccimulare voti (sic) non è farlo per ascoltare ed elevare i lavoratori” scrive su Twitter lo Chef rancoroso. “Girare l’Italia (coi soldi nostri) ingannando la gente, è ben diverso dal mostrarne la sua bellezza” continua. E conclude “Stare tra la gente col doppio fine è da infami Matteo Salvini, e lo sai”. In quest’ultima frase, Rubio tagga direttamente il profilo Twitter di Matteo Salvini cercando molto probabilmente lo “scontro” con l’ex ministro dell’Interno.

Rubio prossimo premier?

Checché ne pensi Rubio e tutti quelli come lui, secondo un recente sondaggio Matteo Salvini in Umbria è stato il più votato da donne, operai e in generale dalle fasce “deboli” della popolazione, quelle che sentono di dover essere maggiormente tutelate. Non è importante cosa si pensi dell’operato del leader della Lega, ma forse gli ex paladini del popolo dovrebbero capire che anche a livello comunicativo qualcosa non fa più breccia nel loro elettorato. Di questo Rubio non può colpevolizzare – tantomeno dare dell'”infame” – a nessuno. Una cosa è certa: con tutto il tempo che passa sui social e visto il linguaggio “forte” che adotta forse il Partito Democratico per competere con la “Bestia” comunicativa di Salvini potrebbe valutare Rubio come prossimo candidato …

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. Magari lo facesse! Con un “candidato” di quel “calibro” il marcio partito pidiessista ha la “colata a picco” stragarantita!!!…..

  2. scusate, ma chi è sto rubio? chi ha inventato questo personaggio così dal nulla? Fra l’altro per sfondare in tv molto spesso bisogna farsi sfondare…… chissà! Sicuramente gli si da troppa attenzione, anche perchè a quanto pare campa di quello….

Commenta