Il Primato Nazionale mensile in edicola

New York, 26 nov – Sappiamo come  Robert De Niro nutra un vero e proprio odio per il presidente Usa Donald Trump. L’attore italoamericano non ha mancato di ricordarlo anche nell’ultima intervista al The Daily Beast in cui ha regalato il suo endorsement a Pete Buttigieg, il primo candidato gay (dichiarato) alla presidenza degli Stati Uniti d’America.

“Rispetterà le minoranze”

Pete Buttigieg è ora sindaco di South Bend e dal 2018 è sposato col compagno Chasten Buttigieg. “Mi piace Buttigieg. Ha tutte le carte in regola” dice De Niro “è persino un veterano dell’Afghanistan, anche se è giovane. Ma se potesse avere una possibilità potrebbe essere qualcosa di speciale, penso”. Ma come mai l’attore feticcio di Scorsese ha deciso di dare il suo appoggio al candidato Buttigieg? Per i suoi programmi sull’economia o qualcosa di simile? Niente affatto, le priorità dell’attore di Hollywood sono altre. “Come persona omosessuale, è qualcuno che proviene da una comunità emarginata, quindi le persone di altri gruppi etnici potrebbero identificarsi in lui, anche se non sono gay, perché sanno cosa significhi. Penso che sia il migliore candidato, per ciò di cui abbiamo bisogno in questo momento”.

Le amicizie importanti di Buttigieg

De Niro, comunque, ha anche ribadito il suo appoggio a Joe Biden; le primarie inizieranno tra meno di 40 giorni e, ad oggi, lui è ancora il favorito tra i democratici. Ma Buttigieg è adesso il favorito in Iowa, il primo Stato che chiamerà alle urne gli elettori del partito democratico. Tra i suoi sostenitori Buttigieg ha un altro vip: Mark Zuckerberg. Il fondatore di Facebook avrebbe raccomandato a Pete Buttigieg, alcune persone da assumere in vista della sua campagna elettorale. A rivelarlo è l’agenzia americana Bloomberg. La prova sarebbero delle mail che lo stesso Zuckerberg avrebbe inviato ad inizio 2019 a Mike Schmuhl, responsabile della campagna elettorale di Buttigieg, nelle quali suggeriva l’assunzione di persona di sua fiducia nella squadra del candidato.

Ilaria Paoletti

5 Commenti

  1. Il papà di Robert De Niro era gay/bisessuale, quindi in quel mondo ci ha avuto a che fare fin da ragazzino, e anche uno dei suoi figli é gay!

    A parte questo, è stato cocainomane, gli sono sempre piaciute molto le donne di colore, grande ammiratore degli ebrei e di Israele ( vedasi questo articolo: The Secret Jewish History Of Robert De Niro Forward com ) e altre stramberie, insomma, un personaggio sui generis, per usare un eufemismo!

    Quindi che fa il tifo politico per Pete Buttigieg, il primo candidato gay (dichiarato) alla presidenza degli Stati Uniti d’America., rientra nella stramberia del personaggio!

    Saluti.

    TTS

  2. Quindi … la qualità principale per un presidente americano sarebbe
    prenderlo nel culo ??????

    Non credo che sia l’ opinione della maggioranza degli Americani !!!!!
    (deep State)

    God bless TRUMP !

Commenta