Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 3 giu – Un genio del marketing all’improvviso. Jonathan McDonald, semisconosciuto attaccante costaricano, non passerà alla storia per i suoi numeri da calciatore ma di sicuro si è finalmente fatto notare da tutti. Nell’ultima partita disputata, il “celebre” big match Alajuelense vs Deportivo Saprissa, è infatti sceso in campo con un altro cognome sulla maglia. Non uno qualsiasi ma… Burger King. E’ insomma passato alla concorrenza paninara, scegliendo la multinazionale dei fast food storica rivale di McDonald’s. E chi se ne frega se la carriera da calciatore non è stata sin qui entusiasmante, il 32enne McDonald, pardon Burger King, è finito lo stesso sui quotidiani sportivi di mezzo mondo.

A qualcosa dunque sono valsi due anni in Svezia senza troppa fortuna e poi il ritorno in patria per continuare la carriera da calciatore professionista in un campionato obiettivamente di basso livello. Sono valsi a tirar fuori un’idea che in realtà, a ben vedere e sapere, non è neppure così astuta come potrebbe sembrare. Burger King, difatti, è uno degli sponsor del club in cui milita l’attaccante costaricano. Dunque lo spunto da cogliere era già lì, non serviva scervellarsi. Sta di fatto che la trovata pubblicitaria del calciatore dei rossoneri dell’ Alajuelense ha strappato non pochi sorrisi ed è diventata immediatamente virale sui social.

Alessandro Della Guglia

2 Commenti

  1. Nei paesi seri non sarebbe stato possibile, i giocatori non possono scendere in campo con un nome diverso dal loro, ma il Costa Rica e tutto il latinoamerica in genere è un mondo a sè.

Commenta