Maranello (Mo), 6 set – L’annuncio era già trapelato ieri, ma solo oggi vi è stata la conferma: Charles Leclerc, pilota monegasco attuale guida dell’Alfa-Sauber, sarà il nuovo compagno di squadra di Sebastian Vettel alla Ferrari.

Kimi Raikkonen ha raggiunto domenica a Monza quota 100 podi. La sua è stata una gara semplicemente fenomenale combattuta fino all’ultimo giro per fermare il leone inglese, Lewis Hamilton, dalla sua corsa verso il titolo. Ma il suo obiettivo era vincere o, come da copione, aiutare Sebastian Vettel a ricucire il distacco dal pilota della Mercedes? Poco sembrava importare al campione finlandese di fare gioco di squadra: in pista è stato semplicemente lui stesso, il Kimi Raikkonen del 2007. Il suo “scaricamento” dalla rossa sarebbe stato riferito al finnico già sabato, poco dopo la sua pole position. Il che gli avrebbe dato solo più potenza, la stessa che aveva richiesto fin dall’inizio del campionato e che solo ora, effettivamente, riesce a trovare e spremere dalla sua monoposto.

Quella di promuovere Leclerc era una volontà di Sergio Marchionne ed è stata portata a compimento dal nuovo proprietario della FCA John Elkann. Il tentativo di lasciare Leclerc in Haas ancora un anno, visti gli ottimi risultati di Raikkonen, è stato avvallato nel momento in cui la scuderia italo – americana rifiutò di proporre un contratto al pilota monegasco.

Ma chi è Charles Leclerc? Il pilota nasce il 16 ottobre 1997 a Monte Carlo. Dal suo balcone di casa riusciva a vedere le vetture transitare e districarsi tra le stradine del circuito cittadino di Monaco e lui, come ogni ragazzino della sua età, sognava di guidare quella macchina rossa con il cavallino rampante sul musetto. Anzi, come lui stesso ha annunciato, ci vuole vincere un mondiale. Nel 2015 Charles debutta nella Formula 3 europea e, al primo GP, ottiene la pole position. Vinse tre gare ed ottenne svariati podi in quello stesso anno, risultati che lo premiarono con un buon quarto posto dovuto a dei problemi di tenuta della vettura. Nel 2016, al debutto, in GP3 stravince il campionato conquistandosi il posto d’onore con il team Prema in Formula 2 per il 2017. Nella categoria cadetta, Leclerc ripete la situazione del 2016 e, con 7 vittorie e 3 podi, si aggiudica il campionato con 282 punti. L’ultima gara ad Abu Dhabi lo consegnano all’Olimpo dei campioni della Formula 2: una gara tutta in rimonta e un sorpasso al cardiopalma garantiscono al monegasco la vittoria del campionato e un caldo sedile in Alfa-Sauber per l’anno successivo. Grazie all’intervento, anche, di Sergio Marchionne, l’autore del ritorno della casa milanese in Formula 1.

Una caratteristica importante di Chalers è il suo legame indissolubile con Jules Bianchi. I due divennero migliori amici ancora prima dell’ingresso di Leclerc nella Ferrari Academy (anzi proprio il francese avrebbe segnalato il giovane pilota ai dirigenti di Maranello). La scomparsa di Bianchi a Suzuka non ha totalmente demoralizzato Leclerc che, anzi, da quel momento ottenne solo nuovo spirito per ottenere ancora migliori risultati. Nel nome di Jules, il suo più caro amico.

Enzo Facchi

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here