Roma, 13 gen – Novak Djokovic gioca al primo turno degli Australian Open? Più che un episodio controverso, un circo surreale. La bufera sul tennista serbo continua a imperversare, ma chi lo accusa sta sfiorando il grottesco. L’Australia non ha infatti ancora deciso se annullare il visto di ingresso e dunque espellere Djokovic, dopo averlo “liberato” dalla struttura Covid dove era stato relegato. E non deciderà neppure oggi. Prende tempo, riflette, ragiona sulla questione, in preda al dubbio.

Djokovic, cosa succede ora

Il primo ministro, Scott Morrison, conferma infatti che nella giornata odierna non arriverà nessun annuncio particolare al riguardo. Si resta fermi a quanto affermato dal ministro dell’Immigrazione, Alex Hawke, secondo cui il governo di Canberra sta valutando se annullare il visto di Djokovic. Cosa succede ora?Come da programma, Djokovic dovrebbe giocare al primo turno degli Australian Open.

Tecnicamente il ministro dell’Immigrazione, in base al Migration Act, ha il potere di revocare il visto. Ma per farlo dovrebbe prima verificare che vi siano le basi per prendere la decisione. Motivarla insomma, per minaccia alla salute pubblica ad esempio, spiegando che una tale misura viene presa per un interesse pubblico. Eppure a quel punto, ovvero se Hawke optasse per la revoca del visto di Djokovic, il tennista serbo potrebbe presentare un ricorso. Un bel ginepraio insomma.

Djokovic si prepara al primo turno

Nel frattempo allora, il nove volte campione del mondo si prepara al primo incontro, previsto a Melbourne, allenandosi tutti i giorni sulla Rod Laver Arena. A seguirlo ci sono al solito il coach Goran Ivanisevic, con la preparazione atletica del campione serbo seguita dall’italiano Marco Panichi.
Se dunque tutto restasse invariato, il nove volte campione degli Australian Open affronterà al primo turno connazionale Miomir Kecmanovic (attualmente 77esimo del ranking). Mentre ai quarti Djokovic potrebbe trovare il nostro Matteo Berrettini, testa di serie numero 7.

Alessandro Della Guglia

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta