Il Primato Nazionale mensile in edicola

grinta di bonucci e giaccheriniParigi, 14 giu – Dopo tre giorni dall’inizio dei giochi, seppur senza clamorose sorprese, questi Europei promettono grande spettacolo, dal campo agli spalti. Nessuna nazionale è arrivata a Parigi per guardare vincere le altre e fino ad ora tutte quelle scese in campo, anche le meno promettenti, si sono dimostrate all’altezza della competizione. La Spagna supera la Repubblica Ceca solo al minuto ’86 , la Svizzera fatica con l’Albania portandosi a casa una risicata vittoria. L’Irlanda fa correre gli svedesi per tutti e novanta i minuti e torna a casa con un pareggio che ha un retrogusto amaro per via delle tante occasioni mancate. I francesi non hanno avuto certo vita facile contro la Romania e l’Inghilterra che arriva da un turno preliminare praticamente perfetto non riesce a superare la Russia. La Polonia deve accontentarsi di una sola rete contro l’Irlanda del Nord, mentre i dragoni gallesi di Cristopher Coleman schiacciano seppure non facilmente la Slovacchia di Jàn Kozàk e la Croazia trova la vittoria sui turchi solo grazie ad una stupenda conclusione al volo di Mòdric.



Uniche vittorie dal risultato secco e deciso arrivano da Germania e Italia. La prima che supera 2 a 0 un’Ucraina che tutto si può dire tranne abbia giocato male e la nostra nazionale che con Giaccherini e Pellè ha iniziato questo europeo al meglio portando sul campo tecnica, grinta e classe.

Black Brain

Questo pomeriggio, alle 18, dopo 44 anni di assenza dagli europei tornerà a competere la nazionale magiara in un match dal risultato incerto e che sa un po’ di “Impero” contro l’Austria, quest’ultima assente nella competizione del 2012.
Alle 21 invece scenderà in campo contro il Portogallo, per la prima volta nella storia degli Europei, la nazionale Islandese di Heimir Hallgrímsson e Lars Lagerbäck, qualificatasi piazzandosi seconda nel turno preliminare con 20 punti, 2 in meno della Repubblica Ceca. Questa partita che sulla carta sembra scontata, potrebbe riservare la prima vera sorpresa di questa competizione.

Edoardo Martino

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta