Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il nuoto è uno degli sport più completi che esistano: sviluppa la muscolatura, aiuta a mantenere il fisico in forma, aumenta la competitività sana, e a livello mentale fa crescere moltissimo. Il fatto di competere con altre persone, ci fa fronteggiare il fallimento, e soprattutto ci insegna come viverlo positivamente.

Per una gara, sia piccola o grande, ci si allena moltissimo, si fanno molti sacrifici ma non è detto che si vinca perché anche gli avversari compiranno gli stessi passi. Perdere una gara può essere uno sprone a migliorare i propri punti deboli, le proprie prestazioni, ma se non si è abbastanza forti mentalmente si può cadere nella depressione. Ne sa qualcosa la campionessa Federica Pellegrini, che per molti anni ha combattuto contro gli attacchi di panico prima di ogni gara. Come lo ha superato? Accettando che una sconfitta non significa che hai fallito, ma semplicemente che devi migliorare oppure che ci sono persone più brave di te, e non è un dramma. Succede in ogni campo.

Da un punto di vista fisico, il primo grande vantaggio del nuoto è che ovviamente si svolge in acqua, e questo aiuta notevolmente il corpo perché i movimenti sono attutiti dall’acqua stessa, e rimangono efficaci anche se rallentati, l’attrito aumenta la massa muscolare magra e potenzia le articolazioni.

I movimenti che facciamo nuotando, sono ottimali per la flessibilità di articolazioni e legamenti poiché ogni bracciata crea un allungamento dei muscoli. Inoltre, il nuoto, ha benefici anche sul cuore: 30 minuti di attività fisica al giorno prevengono il presentarsi di malattie cardiovascolari.

Questo sport è perfetto per mantenere il peso forma: con il nuoto si bruciano tantissime calorie. I campioni, infatti, seguono diete ricche di calorie proprio perché con l’elevato numero di ore di allenamento riescono a bruciarne la maggior parte. Questo non significa mangiare a dismisura, ma semplicemente che un piatto di pasta in più potete mangiarlo tranquillamente.

Il nuoto servirebbe anche a controllare il colesterolo, grazie al movimento aerobico che mantiene in salute l’endotelio delle arterie, cosa importantissima anche per la prevenzione di obesità e diabete di tipo 2: il movimento, la perdita o il controllo del peso, il mantenere il colesterolo a livelli accettabili, fanno in modo che si possa prevenire il presentarsi del diabete di tipo 2.

Il nuoto è un grande alleato contro lo stress, poiché stimola le endorfine e dona una sensazione di relax pari a quella dello yoga, tanto che questo sport è considerato al pari di una seduta di meditazione. Quindi non solo benessere fisico, ma anche e soprattutto benessere mentale.

Elisir di lunga vita: chi pratica nuoto, riduce del 50% le probabilità di una morte prematura. Rispetto a sport come camminate o corsa, è una vera assicurazione contro la morte. Almeno per un po’, sempre meglio che nulla.

Quindi ora non resta che cercare la piscina più vicina, e immergersi letteralmente in corsi specifici e precisi: anche questo è fondamentale, perché esistono corsi appositi per età e grado di dimestichezza, per cui non vergognatevi se non siete ad un livello avanzato perché improvvisarsi potrebbe crearvi danni non indifferenti.

Il nuoto interessa in maniera piuttosto incisiva, la colonna vertebrale quindi è sempre bene procedere per gradi e secondo le proprie capacità e tempi. Mai avere fretta di emergere o passare allo step successivo, non è mai una cosa buona.

Ricordatevi sempre che anche un buon costume aiuta la nuotata, per cui se volete consigli, idee e informazioni utili potete visionare questo ecommerce di costumi da nuoto, (dove sono disponibili ottime marche specializzate come  Arena, Speedo, Jaked ), trovare un corso, un bravo insegnante e iniziare ad approcciarvi a questa disciplina così completa e ottima per la salute. Non tralasciate nessun dettaglio, prima di iniziare rivolgetevi ad un medico e chiedetegli se questo sport è adatto a voi e se vi dice di si, correte sull’ecommerce a fare incetta di costumi, cuffie e accessori vari. Stesso discorso vale nel caso ad iniziare questo sport sia vostro figlio: è importantissimo che nell’età evolutiva si pratichi sport, ma come detto è sempre meglio consultare un professionista che indichi la soluzione più adatta.

im

Commenta