Il Giro d’Italia, giunto alla sua 102esima edizione, si è concluso il 4 giugno 2019, ma in questa edizione ha lasciato tantissime emozioni. Iniziato l’11 maggio 2019 da Bologna, ha toccato l’Italia in tutti i suoi punti, fino ad arrivare a Verona.Il vincitore della 102esima edizione del Giro d’Italia è stato Richard Carapaz, ecuadoriano, che si è classificato davanti all’italiano Vincenzo Nibali e allo sloveno Primoz Roglic. Numeri straordinari quelli di questa edizione tra social e televisione, ma vediamoli nel dettaglio.

I numeri del Giro d’Italia 2019


Sono state ben 59 le aziende che hanno sponsorizzato il Giro d’Italia in diversi modi, tra maglie, pubblicità, villaggi di partenza e di arrivo e tanto altro. Gli atleti che hanno portato a termine il Giro d’Italia sono stati ben 142, dai 176 che erano partiti da Bologna. I paesi del mondo che hanno trasmesso il Giro d’Italia sono stati ben 198. In Ecuador, paese del vincitore, sono stati pubblicati 1500 articoli nell’ultima settimana della competizione. All’Arena di Verona, nel gran finale del Giro d’Italia, sono accorse ben 9775 persone. 2.800.000 è la community che si è creata sui social durante il Giro d’Italia. 80.000.000 sono le pagine viste sul sito ufficiale della competizione e 3.700.000 è stato il picco di ascolti televisivi, raggiunto nella finale della 20esima tappa.

Il vincitore del Giro d’Italia

A vincere il Giro d’Italia è stato Richard Carapaz,ecuadoriano che ha completato il percorso in 90h01’47’’ alla media di 38,726 km/h. L’ecuadoriano si è classificato davanti a Vincenzo Nibali, intervistato da L’insider, che a sua volta si è piazzato davanti allo sloveno Primoz Roglic. Richard Carapaz, nato in Ecuador, precisamente a El Carmelo, il 29 maggio 1993, ha vinto per la prima volta il Giro d’Italia proprio quest’anno, ma nel 2018 era già stato vincitore di una tappa, mentre nel 2019 ne ha vinte due. Lo scorso anno ha partecipato anche alla Vuelta di Spagna, senza però ottenere grandi piazzamenti.

Le tappe del Giro d’Italia

Il Giro d’Italia 2019 è partito da Bologna l’11 maggio. Il 12 maggio, poi, si è spostato a Fucecchio. I ciclisti sono passati poi per Vinci, Orbetello, Frascati, Terracina. La sesta tappa è stata quella di Cassino verso San Giovanni Rotondo vinta dall’italiano Fausto Masnada. Dopodiché si è passati per Vasto, L’Aquila fino ad arrivare a Cuneo verso Pinerolo, dove ha trionfato l’italiano Cesare Benedetti. L’italiano Dario Cataldo ha trionfato, invece a Ivrea verso Como il 26 maggio, mentre Giulio Ciccone ha trionfato da Lovere verso Ponte di Legno, 16esima tappa del Giro d’Italia. Alla 18esima tappa ha trionfato l’italiano Damiano Cima. Il Giro d’Italia si è concluso a Verona il 2 giugno 2019.

Giro d’Italia U23

Dopo il Giro d’Italia vinto da Richard Carapaz è iniziato il Giro d’Italia U23. Il 13 giugno è partito da Riccione il Giro d’Italia U23 e terminerà il 23 giugno 2019. Ben 9 tappe quelle che affrontano i giovani ciclisti. Da Riccione, il 14 giugno, si sono spostato a Santa Sofia, mentre il 15 giugno sono passati da Bagno di Romagna verso Pescia. Domenica 16 giugno è stata la volta di Sesto Fiorentino verso Gaiole. Il 17 giugno da Buonconvento a Vetta Amiata. Il giorno di riposo ai ciclisti il 18 giugno, mentre il 19 si è ripartiti da Sorbolo Mezzani verso Passo Maniva. Il 20 giugno, la sesta tappa, si è tenuta ad Aprica. Il 21 giugno da Dimaro Folgarida verso Levico Terme. Mentre le ultime due da Rosà a Falcade e da Agordo a Passo Fedaia, dove verrà annunciato il vincitore.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here