Il Primato Nazionale mensile in edicola

Amsterdam, 24 nov – Proprio nella giornata specialmente dedicata alla lotta al razzismo e alla discriminazione nel campionato olandese Marco Van Basten ha commesso un errore madornale: pronunciare uno slogan nazista in diretta televisiva.

Un tempismo fantozziano

Di tutte le frasi che poteva scegliere l’ex centravanti del Milan si è lasciato sfuggire le parole “Sieg Heil”. E proprio nella giornata in cui, in Olanda, i giocatori hanno “scioperato” per un minuto all’inizio di tutte le partite. Questo gesto arriva come forte segnale di protesta nei confronti della scriminazione razziale che avrebbero subito Ahmad Mendes Moreira, che milita nell’Excelsior Rotterdam, insultato dai tifosi del Den Bosch. Questa manifestazione si è tenuta ieri, e proprio ieri, Van Basten,  ospite nello studio di Fox Sports al termine della partita fra Ajax e Heracles Almelo, ha detto le due parole che nessuno si sarebbe aspettato: “Sieg heil”. Un giornalista della Fox aveva fatto alcune domande in tedesco a Frank Wormuth, tecnico dell’Heracles ma originario della Germania. E Van Basten ha avuto la geniali idea di salutare Wormuth così: “Sieg heil”.

Le scuse immediate

“Non volevo scioccare nessuno, volevo solo scherzare sul tedesco di Hans (il giornalista di Fox ndr). La mia è stata solo una battuta infelice” si è giustificato pochi minuti dopo Van Basten sempre dallo studio. Ma, intato, la frittata era fatta: e un dirigente dell’emittente televisiva ha preso le distanze dalla frase incriminata : “Uscita inappropriata. Non solo oggi che volevamo mandare un segnale contro la discriminazione, lo sarebbe stata sempre”.

Ilaria Paoletti

3 Commenti

  1. Ho letto su giornali che si “dicono” di dx che avrebbe fatto un Hitler Grusse ……
    che è Heil Hitler …..
    Sieg Heil corrisponde a usque ad victoriam o ….. hasta la victoria
    ed è un classico saluto militare , manco troppo nazi , credo appartenga all’ esercito tedesco dal 1.700 …poi fu attribuita a Goebbels …..ma , si sa mai chi inventa un motto ?

    Chi sa chi ha inventato i motti dei nostri BTG ?
    La mia scuola militare aveva
    Fortior ex adversis resurgo
    il mio btg
    Ubi gloria ibi sum

    ein volk ein reich ein führer
    nasce come
    ein volk ein Land ein Konig (anno 1.000 ? dedicato al Barbarossa ?)

    comunque gli idioti tedeschi lo considerano un reato ….. stile fiano col MILLENARIO saluto Romano , adottato DI RECENTE dal fascismo ….

    Quindi se lo dico in Spagnolo sono di SX (Cuba, dott. Guevara) ???? sennò un nazi ….. siamo alla FOLLIA .

    Ad maiora ! (sperando che il latino non sia stato nel frattempo , fianamente quindi ignorantemente , messo fuori legge !)

Commenta