Il Primato Nazionale mensile in edicola

Reggio Calabria, 1 apr – Dopo la brutta figura fatta nel corso della trasmissione Report, Domenico Pallaria, capo della Protezione Civile calabrese, si è dimesso.

Pallaria: “Chiedo scusa ai calabresi”

“Rimetto le dimissioni nelle mani della Presidente Santelli” dichiara Domenico Pallaria ai microfoni della trasmissione televisiva Articolo21, andata in onda su un’emittente calabrese. Nel corso della trasmissione Report incentata sull’emergenza coronavirus, Pallaria aveva candidamente ammesso di non sapere cosa fosse un ventilatore polmonare. Lino Polimeni, il conduttore, era rimasto comprensibilmente basito. E Pallaria si  difeso così: “Chiedo scusa ai calabresi, ma ci tengo a dire che le mie parole sono state strumentalizzate“.

“Io non so cosa è un ventilatore”

“Mi occupo di altre cose” ha continuato Pallaria. “Se lei mi dice che cos’è un ventilatore, io non glielo saprei nemmeno dire”. Il consigliere regionale Pippo Callipo dichiara: “Report ha solo squarciato il velo su una disorganizzazione e su un’inadeguatezza che erano note a tutti. Le responsabilità del disastro della sanità sono anche di chi ha governato in passato, sia chiaro, ma è evidente che la Regione continua a navigare a vista”. Invece, il vicepresidente nazionale del Codancons, Francesco Di Lieto, stamane ha direttamente chiesto le dimissioni dell’ingegnere Pallaria: “Se non ci trovassimo davanti a un dramma di proporzioni epocali, la situazione apparirebbe perfino comica. Ieri abbiamo assistito alla denigrazione dei calabresi per bocca di un dirigente generale e abbiamo compreso che alla guida della Protezione civile e della task force per fronteggiare l’emergenza c’è un potentissimo burocrate che, sorridendo, ha sciorinato tutta l’improvvisazione con cui si affronta una pandemia in Calabria. Grottesco. Chi aveva ancora dubbi, ieri, ha dovuto prendere atto di come la Regione Calabria sia totalmente incapace di gestire quanto accade”.

“Situazione montata ad arte”

Dunque Pallaria ha chiesto “scusa ai calabresi” e si è difeso dicendo che le sue parole sono state “estrapolate da un contesto”. “La situazione ha dell’incredibile, è farsesca. È stata montata ad arte per screditare la Regione”, sostiene l’ex numero uno della Protezione Civile calabrese. Ma ad ogni modo ha deciso di dimettersi. Jole Santelli, governatore della regione Calabria, ha preso “atto delle sue dimissioni” e ha deciso che “fino all’espletamento della nomina del nuovo responsabile, attraverso procedura selettiva, l’interim è attribuito al dirigente generale del dipartimento di riferimento Fortunato Varone”.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta