Roma, 25 nov – Aboubakar Soumahoro e Mimmo Lucano, due nomi fatti per stare insieme, a quanto pare. L’ex sindaco di Riace decide di “scendere in campo” al fianco del “collega” sedicente difensore dei migranti, dei poveri e degli oppressi.

Soumahoro, arriva l’ “avvocato difensore” Lucano: “Non ho dubbi sulla sua onestà”

Come riporta Adnkronos, Soumahoro ha trovato il suo legale, tale Mimmo Lucano, a prendere le sue parti. L’ex sindaco di Riace parla così: “Sull’onestà di Aboubakar Soumahoro metto la mano sul fuoco. Ha la mia solidarietà totale. Come faccio a dire il contrario di uno che ha dedicato la propria esistenza al riscatto di chi viene sfruttato nei campi, ha legato il suo impegno al riscatto di chi non ha mai avuto diritti, sfruttati dai ‘caporali’ e da imprenditori senza scrupoli? Questo è l’Aboubakar che conosco. Ha girato l’Italia in lungo e in largo per stare vicino a chi rivendica questi diritti. Forse nei prossimi giorni ci vedremo qui a Riace. Soumahoro è una persona distrutta, contro di lui c’è una strategia finalizzata alla denigrazione del valore morale e dell’impegno di una vita. Ti crolla il mondo addosso. Io ci sono passato“. Ci è passato eccome, il signor Lucano, ad oggi giudicato dai tribunali colpevole addirittura di truffa sui fondi della cosiddetta “accoglienza”, oltre che di favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Che sofferenza, per l’ex santone di Riace.

Una coppia irresistibile

Soumahoro e Lucano sono i due fuoriclasse del buonismo in salsa sinistra (o “buonismo sinistro”, se preferite). Il primo aspirante campione, il secondo “già campione” assoluto di categoria. Quella particolare categoria che si manifesta in un modo per poi fare tutto l’opposto: da salvatore a sfruttatore, da filantropo a vile affarista. Atteggiamenti che, nella nostra epoca, sono ormai piuttosto comuni. Il deputato di Allenza Verdi e Sinistra, però, di strada ne deve fare ancora tantissima. Il picco della “truffa” di Lucano è difficilmente raggiungibile. Noi, come sempre, rimaniamo alla finestra.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta