Cagliari, 4 ott – Un ladro acrobata africano ha terrorizzato una giovane 29 enne cagliaritana, che si è ritrovata l’uomo sul balcone di casa nel bel mezzo della notte. Dopo la denuncia ai carabinieri, le forze dell’ordine hanno dichiarato che potrebbe trattarsi di un immigrato del Gambia, che era appena tornato in libertà, dopo essere stato arrestato la scorsa settimana per essersi intrufolato, dopo aver scavalcato i balconi, in numerose abitazioni del centro storico di Cagliari, tutte ai primi piani.
Insomma un ladro recidivo, a cui non è servito a nulla l’essere finito in cella, anche se per pochissimo tempo. I Carabinieri sono convinti che si tratti della stessa persona, poiché il modus operandi descritto dalla 29enne e dal suo fidanzato coincide con quello dell’africano già noto alle forze dell’ordine.
Secondo quanto riporta il sito Castedduonline attorno alle 3 del mattino della scorsa notte la donna e il suo compagno hanno udito dei rumori sospetti provenienti dal salotto. Pensavano fosse il loro cane e così hanno ritenuto di andare sul balcone a zittirlo. Ma una volta aperta la finestra si sono ritrovati davanti l’africano, alto e robusto, che subito è scappato, facendo perdere le proprie tracce.
La scorsa settimana i carabinieri erano riusciti ad arrestare quello che avevano già soprannominato il “ladro acrobata”. Si chiama Hally Nyassi e ha 19 anni. Pregiudicato. È un immigrato del Gambia, che ha messo a segno una serie di furti in abitazioni private, piccoli apparecchi elettronici come cellulari e tablet. Quando lo hanno fermato aveva con sé il bottino dell’ultima refurtiva, trafugata poco prima. Dopo l’arresto è tornato a piede libero e le forze dell’ordine ritengono che potrebbe essere la stessa persona che ha cercato di introdursi in casa della giovane che ha denunciato l’accaduto.
Anna Pedri
 
 

Commenta