Roma, 3 set – “Polmonite misteriosa” in Argentina, di cui si inizia a parlare sulla stampa, e anche su Tgcom24.

La “polmonite misteriosa”

“Non è Covid“, dicono dall’Argentina, quasi ad alimentare l’inquietudine che ne deriva. Nove le persone a cui è stata diagnosticata la polmonite misteriora, per meglio dire di “origine sconosciuta”, mentre tre sono i morti. Lancia l’allarme Luis Medina Rui, ministro della Salute della provincia argentina di Tucuman:”I pazienti hanno in comune una grave condizione respiratoria con polmonite bilaterale e compromissione delle radiografie molto simili al Coronavirus. Ma questo è escluso”. Poi: “Siamo tutti in allerta, per questo stiamo rilasciando guide alle unità di terapia intensiva pubbliche e private qualora si trovassero a curare pazienti che presentano questi sintomi, soprattutto per fareuna corretta diagnosi con tutti i protocolli e DPI necessari, come raccomandato per tutti i pazienti con patologie respiratorie”.

“Sotto osservazione”. Nuove pandemie cercasi

Niente Covid e neanche niente influenza Hantavirus. Sarebbe proprio qualcosa di nuovo, la polmonite misteriorsa. Tanto è che i pazienti sono stati sottoposti ad analisi specifiche all’Istituto Malbran di Buenos Aires. A Tucuman la clinica privata Luiz Médica è stata messa in isolamento per precauzione. E si controllano anche vita, morte e miracoli del paziente zero (vi ricorda qualcosa?) una donna di 70 anni ricoverata proprio lì, per un operazione di routine, ma che successivamente aveva sviluppato l’infezione polmonare anomala, la stessa che l’ha condotta alla morte. Adesso la patologia è “sotto osservazione”, anzitutto analizzando l’impianto idrito della struttura oltre a quello di condizionamento, per stabilire l’origine tossica o ambientale. L’Oms, intanto, parte in quarta nell’esprimere cautela.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Altri vaccini o pseudo tali, similari, per pagare le guerre ed il sovracontrollo del capitalismo yankee, prepotente, devastante, saccheggiatore, saranno ben necessari…

  2. Come fanno se no a tenere in piedi #BigPharma in bancarotta se non fanno servire nuovi, inutili, vaccini anti pandebufale considerato che lo spettro delle malattie comuni è già coperto dai generici che stanno azzerando il mercato dei colossi farmaceutici?

  3. Egregio P.M.S.: i generici son ben peggio degli originali (meno costosi e ancor più discutibili), la questione è che non riescono più a far passare come scoperta vera un bel niente.

  4. Fabio il problema dei generici è che in alcuni abbondano con eccipienti a basso costo funzionali anche a ridurre i costi di pulizia degli impianti tipo il magnesio stearato (a cui sono tra l’altro allergico) non possono essere peggiori, se non in quantità e titolazione del principio attivo, ma la vigilanza dovrebbe spettare ad AIFA non a me che faccio già abbastanza da 12 anni per informare su parecchi temi e completamente gratis.

Commenta