Roma, 14 gen – Sul caso Djokovic arriva la sentenza biblica che tutti attendevamo, quella di Gianrico Carofiglio. Il prode scrittore senza macchia e senza paura lancia l’idea di un boicottaggio rivoluzionario contro il tennista serbo.

Djokovic, il rivoluzionario boicottaggio di Carofiglio

Novak Djokovic non sa se rimarrà in Australia o meno, Gianrico Carofiglio invece vive e prospera in Italia. E condivide la terra con noi. Notazione puramente tecnico-analitica, senza giudizi di valore ma con un pizzico di ironia amara. Comunque, andiamo avanti. Cosa ha fatto Carofiglio? Niente altro che salire sul “treno Djokovic”. Il treno dell’indignazione, del “le regole sono uguali per tutti” (anche se magari sono sbagliate), della favola del privilegiato (curioso considerare privilegiato chi può perdere decine di milioni di euro di sponsorizzazioni e sta rischiando anche sul piano personale, ma vabbè).

Ed ecco che su Twitter lo scrittore rispolvera Djokovic, perché Carofiglio da uomo vero non sa resistere, e lancia la sua rivoluzionaria proposta di dissenso: “Per quanto mi riguarda, in ogni caso, mi accingo ad annotare i nomi degli sponsor del suddetto tennista per evitare (fino a quando lui sarà testimonial) di acquistare i loro prodotti. Magari non serve a nulla. Magari invece sì.

Djokovic boicottaggio Carofiglio

Intanto la telenovela prosegue

Posto che Novak Djokovic da oggi dovrà affrontare la terribile minaccia del terribile Carofiglio, per il tennista serbo la telenovela sembra infinita. Dopo l’annullamento del visto da parte del governo australiano, e gli avvocati del numero uno del mondo pronti a impugnarlo, arriva l’accoglimento di un giudice che sospende l’espulsione, come riportato dall’Agi. Nick Wood, uno dei legali del serbo, lo ha infatti comunicato. Il team aveva anche chiesto che Djokovic venisse lasciato in libertà almeno per la durata del procedimento legale. “Siamo molto preoccupati” avevano dichiarato gli avvocati, in particolare per la tempistica dell’espulsione a soli tre giorni dall’inizio degli Australian Open.

Stelio Fergola

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta