Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 21 dic – Le terre di confine, si sa, sono luoghi di incontro ma anche di scontro. Martoriata da lunghi conflitti etnici è stata senz’altro la regione dell’Alto Adige, dove però, per fortuna, sono già da tempo finiti sia gli attentati bombaroli dei terroristi sudtirolesi sia le battaglie scioviniste contro la cultura tedesca, che per anni hanno reso quella terra un’autentica polveriera. Periodicamente, riemergono tuttavia vecchie ruggini tra una parte della popolazione altoatesina di lingua tedesca e i cittadini italofoni. Di recente, in particolare, è stata la proposta di istituire la doppia cittadinanza (italiana e austriaca) per gli altoatesini germanofoni a suscitare dibattiti e discussioni.

Sulla questione, dal mondo dello sport, ha preso una posizione forte Carolina Kostner, la bella e famosa pattinatrice bolzanina: «Non sono aggiornatissima sulla vicenda in quanto sempre fuori Italia in questo periodo. Ogni tanto tornano fuori polemiche di questo tipo. Quello che mi sento di dire è che l’Austria è una terra bellissima, ma francamente non penserei mai di gareggiare per un Paese che non è il mio. Sono italiana, onorata di gareggiare per il mio Paese», ha dichiarato la Kostner. Dello stesso tenore sono anche le dichiarazioni della sciatrice alpina Manuela Mölgg: «Mi sento italianissima».

Valerio Benedetti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta