Roma, 26 mar – Prima o poi ci sarebbe stato da raccogliere i cocci del caro energia, per famiglie e lavoratori. E non si sarebbe dovuto attendere molto. Così la Cgia di Mestre lancia un allarme scontato ma drammatico. Il boom dei costi ha messo in difficoltà circa 4 milioni di famiglie italiane, come riporta anche Tgcom24.

Caro energia, famiglie in difficoltà

Gli aiuti sono pochi e insufficienti, i prezzi salgono, l’economia rischia di crollare, questa è la sintesi. Senza contare la mazzata già inferta dalla gestione del Covid. Secondo l’elaborazione dell’Ufficio studi della Cgia di Mestre, concentrata sul Rapporto Opie 2020-2021, si stima proprio che siano 4 milioni i nuclei di famiglie in difficoltà. Gruppi che fanno ormai fatica a procurarsi anche il minimo dei beni e dei servizi essenziali. Gruppi che faticano a stare dietro ai costi per riscaldamento, illuminazione, e via discorrendo. Non è tutto, perché la crescita vertiginosa dei prezzi ha portato in soli sei mesi gli italiani a spendere oltre 9 miliardi di euro in più, solo per rifornire le proprie automobili.

Costretti a scegliere tra bollette e cibo

E qui siamo al punto peggiore del rapporto Cgia. Secondo le analisi, queste famiglie sono costrette addirittura a scegliere tra il cibo e il costo dell’energia. Nella fattispecie, a scegliere tra il pasto e il pagamento della bolletta. Elemento che mette in pericolo soprattutto le famiglie numerose o coloro che vivono in abitazioni antiche e mal conservate.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Le famiglie numerose ne possono anche saltare fuori a grigliate, condivisione ergonomica di spazi giocoforza ristretti, qualche soldino che entra… Terribile invece per i single sconfitti, a cominciare dagli anziani, specie nelle città. E’ arrivata la primavera e bisogna pensare a tempi peggiori, almeno adesso lo sanno un po’ tutti. Magra consolazione dirà qualcuno… che si spera possa ricordare almeno di aver anche gioito nel corso della sua esistenza.

Commenta