Roma, 29 set – Il Pd per Matteo Orfini andrebbe sciolto e rifondato, come si evince dalle dichiarazioni riportate dal Secolo d’Italia. Il caos nel partito e le suggestioni che esso provoca, conducono anche a differenti visioni su come, dal Nazareno, potrebbero uscire dalla crisi.

Crisi Pd, per Orfini il partito va sciolto e rifondato

L’ipotesi Elly Schlein come segretario tiene banco nelle ultime ore. Un “papa straniero” e perfino non iscritto, dal momento che la vicepresidente della Regione Emilia Romagna si era candidata alle elezioni come indipendente. Un’idea che non piace a tutti. Su tutti a Matteo Orfini, per il quale il Pd ha perso totalmente la sua identità, come l’ex-presidente ha detto nel contesto di un’intervista al quotidiano Domani, lanciando la sua proposta: “Sciogliere e rifondare il Pd”. Roberto Morassut, ieri, aveva proposto solo di cambiare il nome. Orfini ha anche aggiunto: “È il tempo di pensare un po’ a noi stessi. Di ridefinire senso e missione del Pd. E anche modalità di funzionamento”. Ma c’è differenza tra il cambio di nome e l’aggiunta di una “presunta” rifondazione?

La solita truffa

Quali erano i capisaldi del Pds? Globalismo, europeismo, liberismo (senza dirlo), immigrazionismo (su volumi molto più moderati rispetto ad oggi, perché i tempi non erano maturi), anti-italianismo, etiche progressiste. Quali erano i capisaldi dei Ds, denominazione del partito alle elezioni del 2001? Globalismo, europeismo, liberismo (senza dirlo), immigrazionismo, anti-italianismo, etiche progressiste. Quali sono i capisaldi del Pd? Globalismo, europeismo, liberismo (senza dirlo), immigrazionismo, anti-italianismo, etiche progressiste. Quali saranno i capisaldi di un’eventuale “rifondazione” che potrebbe concretarsi in ogni caso in un nuovo nome (non fosse altro per rendere percepibile la questione dall’elettorato)? Globalismo, europeismo, liberismo (senza dirlo), immigrazionismo, anti-italianismo, etiche progressiste. Non crediamo ci sia da aggiungere altro sull’ennesima – e ripetitiva – truffa.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

  1. Come sono esagerati !!! scioglierlo e poi rifondarlo !! Perché sprecare tanta fatica e tante chiacchiere, basta scioglierlo; se lo rifondano siano di nuovo da capo !!!

Commenta