Il Primato Nazionale mensile in edicola

crotoneRoma, 30 apr – A Modena si pareggia, ma basta e avanza. Oggi tra mezzogiorno e l’una tutti in Piazzale Ultras. Esatto, si chiama proprio così il piazzale dove i tifosi del Crotone, assieme alla dirigenza della squadra, festeggeranno un risultato storico: la promozione in A, dopo 93 anni di storia. Da giorni l’antica Kroton è solo rossoblu; i manifesti elettorali affissi in vista delle comunali del 5 Giugno sono stati coperti dai vessilli della squadra. Anche la politica può attendere. Ora si pensa solo a festeggiare.

Ivan Juric ha condotto questa squadra e i suoi tifosi alla realizzazione di un sogno e i suoi giocatori hanno disputato una grande stagione: 22 vittorie, 12 pareggi e 5 sconfitte. A 3 giornate dalla fine, gli squali, con il pareggio di ieri a Modena, sono già matematicamente in A. Del resto la squadra calabrese è stata l’unica a non aver passato mai momenti particolarmente negativi durante il campionato e quel travolgente 4-1 subito contro il Cagliari la prima giornata, ora non è altro che un lontano ricordo. Dopo di che i rossoblù si sono presi la parte alta della classifica e non l’hanno più mollata. La rosa, per giunta, è una delle più giovani di tutta la competizione e molti sono i giocatori in prestito da altre squadre. Tra questi Ante Budimir, croato classe ‘91 e terzo marcatore con 16 reti segnate, in prestito dal St. Pauli.

Tutti sanno bene che la prossima stagione non sarà certo una passeggiata. Questi ragazzi dovranno lottare per la salvezza con la stessa tenacia con cui, quest’anno, hanno lottato per la promozione. Ma adesso, in quella piccola provincia della costa ionica c’è solo tanta euforia e tanta voglia di festeggiare “davanti lu mare”, per tutta la giornata, come qualche giorno fa ci avevano promesso.

Edoardo Martino

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta