Roma, 16 ago – Un bambino colpito da un proiettile. Fa tremare solo leggerlo, e la tensione se si pensa all’età del piccolo: appena due anni.

Bambino di due anni colpito da un proiettile

Secondo quanto riportato da Tgcom24, il bambino ferito dal proiettile sarebbe tra la vita e la morte, in condizioni gravissime attualmente in ospedale. La tragedia scoppia lunedì sera, in provincia di Brescia, a Cortefranca. Il piccolo si trovava alla finestra di casa, quando all’improvviso un proiettile lo ha colpito. L’autore del gesto incredibile è una guardia giurata, vicino della vittima, che si trovava con i propri nipotini e stava sparando ad alcuni cartelli stradali.

Il ricovero e la disperazione del padre

Il piccolo è stato ricoverato all’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, e le sue condizioni sono serissime. Ovviamente, la prognosi è riservata. Si studia la posizione della guardia giurata da parte delle autorità: per il momento, ancora nessun provvedimento contro di lui. L’uomo, in compagnia dei suoi nipotini, stava “giocando” sparando ad alcuni cartelli stradali. Questa almeno è la ricostruzione finora emersa, ma è molto probabile che venga disposta una perizia balistica, per poter determinare il percorso del proiettile. Sempre secondo le ricostruzioni, il padre avrebbe urlato dopo l’accaduto, in modo disperato. Le testimonianze parlano di un “lo hai ammazzato”, mentre la madre correva per strada con il piccolo tra le braccia.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta