Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 8 gen – Prima o poi capita a tutti di prendere un abbaglio social: Viola Carofalo di Potere al Popolo ieri ci ha regalato uno strafalcione degno dei “gombloddisti” che vivono di pane e fake news su Facebook.



Il soggetto in questione è un famoso poster satirico di Dave Gessner, The Trickle Down Theory, postato ieri su Facebook dalla leader di Pap. Nella fotografia vi è rappresentato un ricco uomo d’affari in piedi davanti alla propria limousine, con tanto di chaffeur che gli regge l’impermeabile, intento a urinare su di un senzatetto accasciato sul marciapiede. La foto, scattata nei primi anni ‘80, fece il giro del mondo: voleva essere una critica dell’amministrazione Reagan e dello stile di vita yuppie che in quel tempo spopolava.

Black Brain

Sentite invece che cosa scrive la nostra Viola Carofalo, postando l’immagine sulla sua pagina Facebook ufficiale: «1979, New York. Il miliardario Brandon Torrent urina su un senzatetto che dorme sul marciapiede. Gli schifosi, i sadici, quelli che pensano che la loro posizione di vantaggio li renda onnipotenti, sono purtroppo sempre esistiti. Quello che sgomenta di questi anni è l’illusione diffusa che quella pisciata possa restituire casa, salute, diritti, lavoro agli italiani che non ce l’hanno più. Non facciamoci fregare».

In realtà basta eseguire una piccola ricerca su Google per scoprire che non è mai esistito nessun «miliardario Brandon Torrent», che l’anziano uomo d’affari nell’atto di urinare sul senzatetto non era altro che il nonno di Gessner che spruzzava acqua da una bottiglietta; e che la foto non è stata scattata a New York ma a Worcester, Massachussets. «Non facciamoci fregare», dice, ma ieri mattina la leader di Potere al Popolo ci è cascata in pieno. Con tutto il seguito di followers progressisti che commentavano indignati. Un po’ come quegli «analfabeti funzionali», fruitori di fake news e che non dovrebbero avere diritto di voto, tanto vituperati dai radical chic.

Resasi conto successivamente dell’abbaglio preso, la Carofalo ha poi cercato di «metterci una pezza» modificando il post e aggiungendo: «Una foto artistica, terribile, può diventare realtà, lo abbiamo visto in questi giorni» alla descrizione della fotografia. Ma verba volant, screenshots manent, e il risultato è ancora più comico:

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Solita comunistoide inadeguata,impreparata,marziana e staccata dal mondo reale……..il popolo non le appartiene.

Commenta