Il Primato Nazionale mensile in edicola

iconaamiciRoma, 9 lug – Se non siete osservatori non ci avevate forse nemmeno fatto caso, ma l’attuale icona Facebook per accettare le richieste d’amicizia raffigurava un “omino” davanti a una “donnina“, con il primo di dimensioni maggiori della seconda. Zuckerberg e soci devono aver pensato – dopo quasi dieci anni – che questo fosse discriminatorio, e allora, visto che le due figure non si potevano sovrapporre, hanno pensato di invertire le due figure e di mettere la donna a sinistra e l’uomo a destra, ma di uguali dimensioni.
Nulla di male, e un po’ di cavalleria non guasta nemmeno nei social, quello che fa sorridere è pensare a lunghe riunioni in cui si discute di come esprimere la “parità di genere” in un’icona. E in fondo ci è andata bene: Facebook avrebbe potuto decidere di aggiungere una nuova figura per rappresentare un terzo sesso, o magari far disegnare agli utenti la propria “identità di genere” preferita. Beh, magari in futuro.
Accanto alla rivoluzione dei sessi, Facebook introduce però novità più sostanziali, tra queste la possibilità per l’utente di selezionare tramite la sezione preferenze del news feed i profili degli amici i cui post si vogliono visualizzare per primi negli home. In pratica è la possibilità di forzare l’algoritmo Facebook che al momento decide quali notizie visualizziamo per primo e poter personalizzare la propria home con gli aggiornamenti degli amici più graditi.
Oltre a ciò, gli utenti potranno scoprire nuove pagine facebook legate ai propri interessi e smettere di seguire profili che non interessano più. Gli aggiornamenti riguardanti i news feed sono già presenti nella versione iOS di FB, mentre saranno disponibili la prossima settimana per Android e Desktop.
Di tutto ciò, ovviamente, ricorderemo a breve solo la poderosa rivoluzione attuata con l’inversione tra donna e uomo. Cherchez la femme.
Cristiano Coccanari



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta