Roma, 26 apr – Il segretario reggente del Pd, Maurizio Martina, prosegue sulla via del dialogo con il M5S, da cui, spiega, “sono arrivate parole molto importanti, definitive“, pertanto, aggiunge, “riconosciamo passi avanti importanti“. Ma, ammette, “non nascondiamo le difficoltà e le differenze che animano questo confronto. Abbiamo rispetto del dibattito partito anche nei nostri movimenti. Per questo abbiamo deciso di convocare la direzione nazionale il 3 maggio per decidere se e come accedere a questo confronto con lo spirito di chi sa di dover fare una scelta collettiva”.

Dopo il secondo giro di consultazioni con il presidente della Camera Roberto Fico, incaricato dal capo dello Stato Sergio Mattarella di esplorare la possibilità di un’alleanza tra Movimento 5 Stelle e Partito democratico, sul fronte dem quindi è tutto rimandato alla direzione del 3 maggio (in cui ci sarà la resa dei conti con i renziani, contrari all’accordo).


Alle 13 sarà il turno dei 5 Stelle. Poi Fico salirà al Quirinale per riferire al presidente della Repubblica. A quanto pare, Mattarella sarebbe pronto a concedere altro tempo al pentastellato, almeno fino all’esito della direzione dem.

Commenti

commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here