Il Primato Nazionale mensile in edicola

Il tormentone del momento è l’estensione della validità dell’odiato e odioso green pass da 9 a 12 mesi. Gli espertoni al solito sono divisi tra chi è a favore e chi contrario. La certificazione verde dopo tot mesi diventa utile come un bidet per Macron, sostengono taluni (l’immagine per esemplificare è nostra). Questo perché dopo tot mesi – dicono sempre gli espertoni – la copertura vaccinale scema, nel senso che viene via via meno. Un dibattito che forse appassiona i talebani del foglietto verde ma che nasconde un fatto molto più grave.



Green pass, ora il tormentone è se estendere o meno la validità

Posto che il green pass è una discriminazione inaccettabile che di fatto taglia fuori dalla vita sociale e dai servizi chi non lo possiede; e posto che è un escamotage chiaro a tutti per obbligare in modo indiretto la gente a vaccinarsi, visto che i tamponi restano – per scelta del governo pro vax – a pagamento, c’è un problema di fondo sul rinnovo del green pass. Questione che va ben oltre la contrapposizione tra virologi star e oltranzisti del passaporto vaccinale. Il nodo cruciale è capire se è lecito, se è contemplato dalle nostre leggi, estendere la durata del green pass.

Black Brain

Ecco perché non è possibile estendere la durata del certificato verde

Ebbene, a sentire i giuristi delle Sentinelle della Costituzione, no. Non è lecito estendere la durata del passaporto vaccinale. Anzi, è vietato dalla Carta costituzionale. Vediamo perché. La questione dirimente – spiega all’Adnkronos il presidente dell’associazione, avvocato Edoardo Polacco – è che lo stato di emergenza sanitaria nel nostro Paese non può essere prorogato oltre il 31 dicembre 2021. Questo perché, in ottemperanza dell’articolo 16 della Costituzione, la legge italiana stabilisce che la durata dello stato di emergenza non può superare i 24 mesi totali. Ecco: l’attuale stato di emergenza sanitaria per il Covid-19 è entrato in vigore il 31 gennaio 2020 e quindi scade a fine anno.

La validità del green pass scadrà per forza il 31 dicembre

Inutile dire che per prorogare ulteriormente lo stato di emergenza – in evidente conclamata assenza di tale necessità – servirebbe una legge speciale apposta. E visto che per adesso nel dibattito – che poi si risolve sempre con un cetriolo a discapito del cittadino ortolano, se andiamo a vedere i precedenti – non contempla neanche l’obbligo vaccinale, sempre per restare in tema di leggi speciali, va da sé che il green pass in scadenza allo stato attuale non può essere rinnovato. Perché è una misura che rientra nel quadro dello stato di emergenza sanitaria, che decade il 31 dicembre. Per quella data tutti i certificati verdi avranno la stessa efficacia di una caramella al miele per la voce di Maria De Filippi.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. Chiaro e spero molto informato, stiamo capendo che comunque l’antipatia dei vaccini, non è dovuta solo dai no vax, ma dall’arrogante imbecillità di un governo che tale non si può definire, adesso piu che mai sono convinto che un approccio piu garbato avrebbe avuto un altro impatto sugli Italiani, ma, dopo che ci hanno raccontato una montagna di bugie, ci hanno rinchiuso in casa, adesso ci stanno obbligando a ragione o torto a vaccinarsi, caro Speranza un pò di umiltà non ti farebbe male.

Commenta