Roma, 6 dic – Fonzie, o meglio Henry Winkler, colonna della popolare serie Happy Days, ha deciso di vendere il suo giubbotto, insieme alla collezione di oggetti e cimeli di scena accumulati durante la sua carriera, come ci racconta l’Agi.

Fonzie e il suo giubbotto, simboli di un’epoca

Insomma, Fonzie vende il suo giubbotto. Addirittura la sua intera collezione di cimeli. Così Henry Winkler, noto proprio per la sua interpretazione del “bullo simpatico” della serie Happy Days, popolarissima negli anni Settanta, ha deciso di mettere all’asta anche il simbolo di un’epoca. La vendita avverrà nella giornata dell’8 dicembre al  “TCM Presents … Hollywood Cool” , evento organizzato dalla casa d’aste Bonhams di Los Angeles. A dichiararlo è stata proprio la Cnn, la cui società madre Warner Media controlla anche Tcm.

Fonzie e il successo planetario

Fonzie, il suo giubbotto e molte altre cose sono simboli di una serie, Happy Days, che ha generato un successo planetario dagli anni Settanta in avanti. Le undici stagioni della sitcom (andate in onda dal 1974 al 1984) rappresentano molto del dominio dello spettacolo americano sull’occidente capitalista. Ma che nella sitcom Fonzie fosse in qualche modo predominante ce lo testimoniano tante cose. Ron Howard, oggi noto regista cinematografico e all’epoca il “Ritchie” della serie, aveva infatti raccontato al New York Post di aver addirittura accelerato la sua calvizie a causa del difficile raffronto tra il suo personaggio e quello di Winkler.  Una popolarità così elevata che, per un periodo, la ABC aveva addirittura pensato di rinominare la serie Fonzie’s Happy Days.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta