Milano, 27 mar – Durante la trasmissione Quarta Repubblica, condotta da Nicola Porro su Retequattro il fumettista e Vauro Senesi ci ha ricordato a cosa può arrivare la faziosità dei sinistrorsi.

Le interviste agli immigrati

La redazione di Porro confeziona un servizio in cui l’inviata si aggira per la periferia di Torino e domanda ad alcuni immigrati cosa pensano della faccenda dell’autobus sequestrato dal senegalese Ousseynou Sy che ha messo in pericolo le esistenze di 51 bamini innocenti. Le risposte delle “risorse” sono a dir poco sconfortanti. C’è chi nicchia, chi comprende la “frustrazione” dell’autista e chi, infine, si spinge a dire: “Se dovessi uccidere qualcuno ucciderei Salvini“. Appena il servizio termina, il vignettista ideologo della sinistra italiana, ospite in studio, si lascia andare a delle giustificazioni nei confronti dei soggetti ritratti nell’inchiesta, dicendo: “Io cerco di capire perché dicano così”.

Ma Porro non ci sta

E’ proprio il conduttore di Quarta Repubblica che prende in mano la situazione e rimbrotta Vauro: “Io lo trovo agghiacciante. Non si spara a Salvini, non si pensa. E se c’è un cazzone  che prende in ostaggio 51 persone, caro Vauro, io lo metto in galera. E se qualcuno lo difende mi fa schifo. È un delinquente. Non c’è una giustificazione”. Insomma, come al solito Vauro ricicla la sua narrativa sessantottina e la applica ai temi correnti. Tra spari e immigrati pieni di rabbia scommettiamo che se ne starà comunque al caldo nella sua bella casa al centro di Roma lontano dai nostri problemi.

Ilaria Paoletti

10 Commenti

  1. “Io cerco di capire perché agiscono così”. Questo è il “dubbio amletico” dell’ “intellettuale” di “sinistra” , di questa sorta di “ingegnere senza ingegno”. Io, figlio del Popolo, ho capito invece benissimo. Basta usare un minimo di buon senso ed un po’ di sano pragmatismo. Questi negri e questi arabi sono giunti a frotte nelle nostre contrade prendendo per buone miriadi di promesse provenienti dalla sinistra allora al governo senza avere i voti, redatte in style generale Jouen ai suoi goumiers: venite in frotte, invadere questo paese di vecchi bacucchi & cretini e prendetevi tutto, soprattutto le ” segnorine bianghe”! Nessuno ci punirà per questo! Anzi, sarà sanzionato e beffato colui o colei che tenterà di difendersi e / o ci denuncerà! I manifesti della polizia di stato sono pieni si fotografie in cui i negri sono trattati come specie protetta in via di estinzione! E’ quindi del tutto logico e naturale che un qualche rappresentante di quella feccia terroristica e cannibalica con cui la sinistra desidera deliziarci, vedendo che c” è qualcuno che si oppone al “premio Jouen” mettendo a rischio, sia pur remoto, l’ agognata possibilità di fare in toto i propri porci comodi a casa ed a spese degli altri, esterni l propria volontà, e quella di tutti i propri simili, di comportarsi dal cannibale che è, rimuovendo da par suo, ovverosia macellandolo, ciò che vede , o percepisce, come ostacolo alle sue selvagge, infami e turpi voglie che credeva di potere soddisfare in totale impunità. La loro scuola dice anche che gli Italiani, per paura delle loro facce color merda, e del fatto che simile feccia abbia nulla da perdere e tutto da guadagnare, pieghino la testa e subiscano tacendo le loro porcherie e le loro angherie! Buona fortuna! Italia! Se continuerai a dar spazio mediatico ai vari vauro anziché riservargli il trattamento che meriterebbero!

    • Perfettamente daccordo, trattano meglio i negri da sempre e non si sa come mai, in quanto così è puro razzismo al contrario quello dei sinistri malati con il cervello stracolmo di merda. A quelli come Vauro solo sprangate altro che trasmissioni.

    • caro Commodo,devi vederli tutti pietosi queste “risorse” a domandare all’ingresso di ogni supermercato e ci sono giovani ragazze che hanno molta confidenza con essi.
      Le stesse che a me invece guardano come se fossi un lebbroso.

  2. Nella sinistra itagliana fallita (sempre con la g) c’era gente come Vauro e per questo e’ fallita.
    La loro pelle superiore voleva apparire di sinistra e, addirittura, comunista, ma tutti gli altri strati sottostanti erano fascisti. Ancora siamo costretti a sopportare questa masnada di gente piena di problemi, capaci d’inventarsi le peggiori cose nella politica di questo paese. A partire dal compromesso storico berligueriano (poverino cos’altro poteva inventarsi lui che di idee, come comunista, non ne aveva mai avute ma blaterava solo alle folli adoranti il suo “perbenismo” !!!). Che fare? nulla, non si puo’ fare nulla.

  3. Purtroppo si sa’ perfettamente come mai, cara Eva! Vai su google e leggiti l’ agghiacciante “piano Kalergi”!

  4. Pienamente daccordo con Commodo e Eva non aggiungo altro seno’ faccio danno scrivendo qualcosa su questi decelebrati pieni di letame al posto del cervello

Commenta