Il Primato Nazionale mensile in edicola

Los Angeles, 29 apr – Il rocker dei Sex Pistols, Johnny Rotten, sta piangendo per la crisi dei senzatetto di Los Angeles che ha attanagliato il suo elegante quartiere di Venice Beach.

L’icona punk di 63 anni dice che la sua casa (che vale molti milioni di dollari) è stata vandalizzata e che lui e sua moglie stanno “lottando per far fronte” all’ondata di “vagabondi” nell’area. “Si sono trasferiti in massa. Sono tutti giovani, sono tutti sui 24 anni”, ha commentato Rotten alla reporter di Newsweek Paula Froelich.

Il frontman, il cui vero nome è John Lyndon, ha aggiunto: “Sono aggressivi, e poiché ce ne sono moltissimi insieme fanno una specie di gang”. I commenti di Rotten possono sembrare un po’ provocatori, dato che la star è diventata un portavoce di un anti autoritarismo aggressivo come cantante dei Sex Pistols negli anni ’70.

Il rocker che cantava Anarchy in the Uk, ha anche ammesso di essere stato costretto a chiamare la polizia dopo che i senzatetto si sono accampati davanti alla sua residenza. “Sono venuti oltre il cancello e hanno messo la loro tenda all’interno di casa, proprio davanti alla porta principale”. Rotten dice che sua moglie Nora Forster, che soffre del morbo di Alzheimer, “non riesce a convivere” con questo problema. Tuttavia, la star insiste nel dire che non fa parte dell’establishment che predica valori liberali di tolleranza e accettazione, mentre si nasconde dietro i cancelli delle ricche ville.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

Commenta