Il Primato Nazionale mensile in edicola

Torino, 29 nov – Il detto “donne e motori gioie e dolori” non ci abbandona nemmeno nel terzo millennio, quando a guidare non saranno più né donne né uomini. Si è tenuto a Torino negli scorsi giorni il Vehicle and Transportation Technology Innovation Meeting (Vtm), una due giorni di incontri tra le massime autorità mondiali ed i migliori ricercatori nel campo dell’innovazione del mezzo automobilistico. L’incontro ha come tema, naturalmente, la ricerca di soluzioni rinnovabili all’annoso problema del carburante, oltre che alle nuove tecnologia di guida, per lo più improntate sulla sostituzione del guidatore con un “pilota automatico”.

Nell’ambito di tale iniziativa non poteva mancare, naturalmente, il governatore della Regione Piemonte Sergio Chiamparino e la “sindaca” della Città di Torino, Chiara Appendino: durante una diretta social di fantozziana memoria, l’auto con a bordo il governatore e la Appendino (che, nel frattempo, illustrava con perizia ed entusiasmo il funzionamento della nuova auto a guida autonoma) ha platealmente bruciato un rosso, tagliando con noncuranza un attraversamento pedonale in corso Castelfidardo.

Tale avvenimento non è, come prevedibile, passato inosservato agli utenti che in quel momento stavano seguendo la diretta del primo cittadino torinese. Tra i commentatori c’è chi striglia la sindaca accusandola di dare il cattivo esempio. “Sono all’antica, sono abituato a tenere ben salde le mani sul volante” ha dichiarato Chiamparino, dopo il tragicomico evento. La Appendino, invece, non ha rilasciato commenti in proposito, a diretta terminata. Felici che sulle strisce in quel momento non ci fossero pedoni né veri né virtuali, attendiamo ansiosi di sapere se la multa arriverà al pilota automatico.

Ilaria Paoletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta