Roma 19 giu – Le flglie stavano annegando in mare, e nel tentativo di salvarle, un uomo muore. Accade a Brindisi, come riportato da Tgcom24. Un atto eroico per qualcuno, dovuto e logico per altri. Ma sullo sfondo, la tragedia di una famiglia che si ritrova senza un padre.

Figlie in mare, il tentativo di salvataggio finito male

Un uomo di Bari è morto risucchiato dalle correnti dopo aver salvato le figlie in mare. Il barese di 47 anni è stato infatti travolto dalla corrente. Il luogo della tragedia è Forcatella, in provincia di Brindisi. I soccorsi hanno cercato vanamente di rianimare l’uomo, ma non c’era ormai nulla da fare. La vittima dell’incidente si trovava semplicemente in spiaggia con la famiglia. Ad un certo punto, ha notato che le figlie in mare si trovavano in difficoltà a causa delle onde. A quel punto si è tuffato, per salvarle.

Le correnti fortissime

Le figlie dell’uomo si trovavano in un punto dove le correnti marittime erano fortissime. In particolare è stato il vento di maestrale a bloccarle e a rischiare di farle annegare. L’azione eroica dell’uomo (che non va messa in secondo piano, indipendentemente dal fatto che ne fosse il padre) però è terminata con la sua morte perché dopo il salvataggio, il 47enne barese è rimasto bloccato a sua volta in acqua e non è riuscito più a riemergere.

Alberto Celleti

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta