Roma, 22 mar – Luca Casarini è indagato per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. In seguito all’interrogatorio di oggi nella caserma della Guardia di Finanza, durato quasi otto ore, il “disobbediente” pluripregiudicato è stato iscritto nel registro degli indagati dal procuratore aggiunto di Agrigento, Salvatore Vella, e dal pubblico ministero Cecilia Baravelli.

Al capo missione della Ong Mediteranea, già leader dei cosiddetti no global, oltre al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina viene contestato anche il rifiuto di obbedire all’ordine delle autorità di arrestare l’imbarcazione Mare Jonio. Stesse contestazioni mosse al comandante della nave Pietro Marrone.

Casarini è accusato quindi di aver violato l’articolo 1099 del codice di navigazione, perché non avrebbe obbedito all’alt impartito dal pattugliatore della Guardia di Finanza prima di entrare nelle acque territoriali italiane. L’ex leader dei no global verrà interrogato di nuovo, come indagato e in presenza del legale, dai titolari del fascicolo Vella e Baravelli.

Commenti

commenti

6 Commenti

  1. Bestia e ominide inadeguato, nonché comunistoide traditore della patria. Vada in Africa dagli amici negroidi e ci resti……… purtroppo non lo vorranno…….. auguroni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here