Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 18 lug – Avere il missile aria-aria senza l’aereo che lo lancia è come avere una cartuccia da caccia e non avere la doppietta. Con cosa gli spari alla quaglia? Già, perché il missile è un Matra Super 530 di fabbricazione francese e necessita di sofisticati caccia Mirage per essere lanciato. Sto lavorando per verificare se da qualche particolare si capisce se il Matra 530 sia la versione F o D. La differenza è fondamentale perché la “F” può essere lanciata dai Mirage III, V, o F1, diffusissimi, mentre la “D” è stata riprogettata per adattarla al Mirage 2000 e al suo nuovo radar Doppler del tipo RDM (radar doppler multifunction) e RDI (radar doppler impulse). Se fosse la “D”, il Mirage 2000 è in dotazione alla Francia e a un numero limitato di altri Paesi.



Un missile che non vola

Quello mostrato nelle immagini della Polizia, di cui già si è scritto fosse privo della Warhead (testa di guerra con l’esplosivo) e aggiungiamo, del motore che sempre “esplosivo” contiene, appare anche privo degli impennaggi posteriori e quindi proprio non sarebbe in grado di volare: una messinscena dunque. Ma insomma, dovremmo credere che tre soggetti si siano procurati questo missile per venderlo su WhatsApp a qualcuno che disponesse di un Mirage 2000 con annessa base aerea, piloti, specialisti etc. Però senza Warhead, motore, e impennaggi. 

Black Brain

missile sequestrato

Quindi il punto è un altro: certi marchingegni non li trovi a Porta Portese, non può nemmeno essere trasportato in un furgone per via delle dimensioni (lungo 3,8 metri, col contenitore superiamo i 4 metri), e se avessero ritrovato solo l’arsenale di pistole, mitragliette e cartucce la cosa non avrebbe avuto la risonanza mondiale che ha avuto. Ammesso che i tre arrestati siano dei deficienti, questi si sarebbero procurati pistole e mitragliette nel Donbass e un Matra 530 F o D nel Qatar o chissà dove, trasportarlo segretamente nel Donbass avrebbe superato i controlli degli occhiuti agenti del KGB in entrata e in uscita?

Un depistaggio?

E altrimenti, cosa ci avrebbero fatto? Volevano venderlo su WhatsApp sul serio?
Annuncio: ‘Se lei disponesse di un Mirage 2000 con annessa base aerea etc. abbiamo un Matra Super 530 F o D fresco di giornata. Ci può abbattere Salvini’. Andiamo, siamo seri. Sembra un pre-depistaggio. Sia per Ustica che per Bologna a caldo si tentò di depistare sull’estremista di destra Marco Affatigato (in realtà un informatore del SISMI regolarmente stipendiato, e dal SISMI “esfiltrato” a Nizza). Stavolta si vuol far passare il messaggio che se tirano una bomba atomica a Salvini (o qualcuno gli spara), sono stati i neonazisti? Insomma, le mummie il golpe non hanno il coraggio per farlo, ma se qualcuno gli accoppasse Salvini hanno già pronto il depistaggio: non vi preoccupate, diamo la colpa ai fascisti come le altre volte?

Il silenzio francese

Parlando seriamente, se avessero avuto un missile terra-aria, spalleggiabile tipo Strela o Stinger, ci saremmo preoccupati, ma col Matra 530 siamo propensi a sostenere che si tratti di una montatura. Naturalmente, visti i codici impressi sul contenitore di quel Matra 530 si può sapere tutto: tipo, versione, anno di produzione ed eventualmente a quale Paese è stato venduto. Sempre che stavolta la Francia risponda, perché per Ustica ancora tace su una regolare rogatoria internazionale.

Luigi Di Stefano

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta