Il Primato Nazionale mensile in edicola

Doha, 19 mar – Fine settimana ricco di emozioni per il motociclismo italiano. In Qatar ha risuonato per ben due volte su tre, quante sono le categorie del motomondiale, l’Inno di Mameli. Strepitoso successo in Moto 2 con un primo posto di Francesco “Pecco” Bagnaia, che il prossimo anno esordirà in MotoGp con la Ducati del Team Pramac, davanti a Lorenzo Baldassarri con il quale negli ultimi giri ha avuto una bagarre senza esclusione di colpi. A chiudere il podio è un Alex Marquez che per quanto pole-man, è stato beffato in partenza dal duetto dei nostri connazionali. Ottimo 4°posto per Mattia Pasini.
In Moto 3 un ottimo terzo posto per Lorenzo Dalla Porta, che ha lottato con altri sette piloti per il podio e che conclude davanti a Niccolò Antonelli, quarto. Grande dispiacere per Enea Bastianini che cade, dando il tutto per tutto, alla sesta tornata, mentre stava lottando contro Martin e Canet che concludono in 1° e 2° posizione.
Il grande spettacolo di questo fine settimana non si poteva concludere in maniera migliore per le moto e per i piloti italiani, un Andrea Dovizioso, certosino per tre quarti di gara e scatenato nel finale, si aggiudica il podio più alto e i 25 punti annessi per la classifica. DesmoDovi partito dalla seconda fila conduce in maniera egregia la sua Ducati ufficiale gp18 per tutta la gara prendendola per le corna e sfruttando al massimo la sua cavalleria negli ultimi giri, sverniciando un sempre temerario Marc Marquez, che ci prova fino all’ultima curva, e che chiude al secondo posto. Ennesima nota di merito per il motociclismo nostrano è l‘Highlander Valentino Rossi che partendo dalle retrovie e con problemi alle gomme riesce a prendersi un 3° posto che vale oro in una pista che non favorisce certamente le Yamaha.
Quarto e quinto posto vanno in ordine al sempreverde Crutclow e a Petrucci. Jorge Lorenzo invece non riesce nemmeno a concludere la gara a causa di “problemi all`impianto frenante” che si lascia cadere nei primi giri. Bilancio positivo e incoraggiante per le moto e i piloti italiani dunque dopo questa tornata di gare, buona la prima e avanti così. Le prospettive per un Mondiale entusiasmante ci sono tutte.
Tommaso Ceccarelli

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta