Roma, 31 ott – Sgombero in corso per il Rave party di Modena, come riportato dall’Ansa. Dopo i provvedimenti del ministero degli Interni, le forze dell’ordine si sono mobilitate nell’area.

Rave di Modena, sgombero in corso

Nella zona occupata dal rave party di Modena sono ora in corso le operazioni di sgombero. Gli agenti sono arrivati muniti di caschi e scudi, all’esterno del capannone, mentre alcuni stanno trattando con gli organizzatori. Ieri il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi aveva dato mandato al prefetto della città e al capo della polizia per “adottare ogni iniziativa per interrompere l’evento e liberare l’area al più presto”. L’obiettivo degli organizzatori era opposto: andare avanti fino a tutta la giornata di martedì.

Identificate oltre 600 persone. “Edificio da sequestrare”

Il rave era iniziato in un capannone abbandonato sabato sera. Ora le operazioni di sgombero in corso hanno avviato anche procedure di controllo, grazie alle quali gli agenti hanno identificato oltre 600 persone. Per la polizia l’edificio sarebbe pericolante e quindi “va sequestrato”. Un funzionario così si è rivolto ai partecipanti: “Non entriamo, siamo qui perché l’edificio è pericolante e va posto sotto sequestro. Non siamo qui per voi, ma per la struttura che è pericolosa. Non entriamo. Non ci interessa cosa fate, noi siamo a presidio della struttura“. Alcuni dei ragazzi hanno iniziato ad allontanarsi, altri a smontare le casse e le strutture.

Alberto Celletti

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta