Roma, 12 ago – Un buco scavato per raggiungere – probabilmente – una banca. Quattro persone coinvolte. A Roma, una presunta banda rimane “incastrata” sotto terra, come riporta Tgcom24.

Scavano il buco, forse per arrivare a una banca: ma rimangono incastrati

Sono quattro le persone salvate, bloccate in un buco che avevano scavato sotto terra per raggiungere una banca, in Via Innocenzo XI, a Roma. E quattro sono i provvedimenti, di cui due d’arresto per resistenza a pubblico ufficiale, e gli altri due di denunce per danneggiamento e crollo colposo. Ma i quattro rapinatori, in ogni caso, avevano rischiato grosso, rimanendo fermi sotto terra senza possibilità di muoversi: tre di loro sono stati soccorsi in modo veloce, l’ultimo soltanto successivamente, rimanendo bloccato per ore a sei metri di profondità. L’obiettivo potrebbe essere stato l’interno di una banca distante circa 300 metri.

Lo scavo durato ore

Le operazioni di salvataggio sono state condotte dai vigili del fuoco, con l’aiuto di Usar e Saf. Ci sono volute circa otto ore per recuperare l’ultimo dei quattro uomini, ed è stato necessario scavare un secondo tunnel, parallelo a quello crollato. Lo scavo dei presunti rapinatori partiva dal pavimento di un negozio vicino, ma attualmente non c’è la prova che i quattro uomini volessero mettere a segno un colpo – nella banca o in qualsiasi altra attività prossima – ma l’ipotesi principale rimane per il momento questa, anche considerando i precedenti per furto che si sarebbero riscontrati in alcuni dei protagonisti. I due arrestati sarebbero napoletani mentre i due deferimenti riguarderebbero due romani.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

2 Commenti

Commenta