Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 4 lug – Roma sembra sempre di più il set di un film dei Monty Python, tutte le situazioni che coinvolgono la Città Eterna appartengono ormai al nonsense: non da ultimo, l’episodio che ha visto protagonista il presidente di Ama Luisa Melara che, mentre era impegnata a fotografare rifiuti abbandonati in strada, si è vista arrivare l’attore britannico Hugh Grant a toglierle il telefono dalle mani, scambiandola per un paparazzo.

Sopralluoghi “notturni”

Luisa Melara, nel corso di un sopralluogo nel Centro storico di Roma nella notte tra martedì e mercoledì si è ritrovata davanti la desolante scena (ma purtroppo non nuova) di molti sacchi abbandonati in strada nell’incuria totale. Ha così deciso di girare un video di denuncia per stigmatizzare l’inciviltà dell’utente che aveva lasciato la sua immondizia in strada. Proprio mentre filmava la situazione, però, il presidente di Ama è stata rirpesa in malo modo da una coppia di stranieri, tra cui un uomo che le ha sottratto lo smartphone dalle mani. L‘uomo è risultato poi essere l’attore britannico Hugh Grant, evidentemente convinto che il presidente di Ama fosse un paparazzo che lo stesse seguendo cercando lo scoop.

La Melara ha proseguito nel dovere

Una volta restituito il cellulare e chiarito l’equivoco, la Melara ha continuato il sopralluogo individuato il responsabile dello scempio: “Una volta avuta conferma che i rifiuti abbandonati provenivano effettivamente dall’attività, spiega una nota dell’Ama, la presidente ha invitato l’esercente a riportare immediatamente i sacchi, le cassette e tutti i materiali mescolati all’interno del locale, cosa che è stata fatta”.

Ilaria Paoletti

2 Commenti

  1. Ma chi si crede di essere manco fosse un grande Totò o un Marcello Mastroianni o un Alberto Sordi,etc…
    Famoso per quattro filmetti frivoli.

Commenta