Il Primato Nazionale mensile in edicola

Milano, 21 gen – Vittorio Sgarbi notoriamente si spinge sopra le righe nell’espressione delle sue opinioni ma, questa volta, in un battibecco televisivo con l’attrice hard Valentina Nappi mette a nudo un po’ il pensiero di tutti: “Fa la pornostar e allora parli di cazzi! Si intende solo di quello“.
Il critico d’arte affonda così l’interprete di film porno a “Stasera Italia”, il talk politico a cura in onda su Rete 4 e condotto da Barbara Palombelli.



La puntata era incentrata, come è prevedibile, sul post Instagram della Nappi in cui si definiva “stuprata” dal leader della Lega Matteo Salvini.

“Lo stupro è una cosa seria, ci dica dove e come è stata stuprata” insiste Sgarbi. Inutili i tentativi dei conduttori di porre un freno alle esternazioni del sindaco di Sutri: la Nappi, dal canto suo, sorride e nicchia. Brindisi, uno dei presentatori, cerca di difendere l’attrice osé e commenta: “Quella della Nappi era una provocazione, ha usato una metafora perché voleva far parlare”. Ma Sgarbi non ci sta e puntualizza ancora sul lessico: “Perché non ha detto violenza culturale? Parla di stupro? E allora lo descriva se lo conosce. Io invece la vedo bella allegra e festosa, non ha lo sguardo di una stuprata”. Anche gli ospiti sembrano dare ragione allo storico d’arte, l’unica voce a levarsi in difesa della pornostar è quella di Veronica Gentili che dice: “Ma non è un processo a Valentina Nappi”.

La pornodiva quando si scatena il caos in studio si esprime con una serie di pernacchie. Faticosamente, Brindisi richiama gli ospiti all’ordine. Ma Sgarbi non demorde: “Volevo dire che se uno è stuprato, va a denunciare lo stupro dal magistrato e dai carabinieri. Stupro è una parola precisa, è un reato, non può usare quella parola per dire qualunque cosa”. La Nappi tenta la difesa. “Capra! Le virgolette fanno parte della lingua italiana, ho usato le virgolette“. L’esausto conduttore cerca nuovamente di abbassare i toni e la pornostar protesta: “Voi della televisione cercate solo il gossip”. Ma è lo stesso presentatore a “rimetterla” a posto: “Te lo contesto Valentina. Ti sto dando spazio per spiegare quello che volevi dire. Ci sono persone che non sono d’accordo”.

Va in onda il video del baciamano di un cittadino di Afragola a Salvini.
Ancora, la Nappi si “chiama” un intervento di Sgarbi dicendo: “Io non mi faccio baciare la mano da nessuno”.  E la replica arriva puntuale: “Fate vedere un film della signorina, un filmato della sua attività, di cosa fa e dove si fa baciare”, così si capisce qual è il suo mestiere, fa la pornostar? E allora mostriamola in tutta la sua straordinaria e rifulgente attività. La pornostar deve parlare di quello che conosce. Sono favorevole, è un argomento che conosco molto bene. Non avete il filmato? Strano, cosa fate invitate una di cui vi vergognate?”. A Brindisi non resta che chiudere la bagarre: “Capisco dove vuoi arrivare, ma non ce l’abbiamo. Andiamo oltre”.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. Ignorante e ridicola, farà sicuramente carriera nella sinistra………. vincerà sicuramente il premio ipocrisia buonista 2019………. Per quanto riguarda la parola stupro mi sovviene il ricordo di Pamela ,la cui unica colpa era quella di essere italiana,per cui la sinistra comunistoide non ha montato alcuna pantomima “barcone negroide”……….il DUCE avrebbe fatto altro.

Commenta