Roma, 10 ago – La storia è quella di Robert Peric-Komsic, un calciatore croato che salva la vita alla madre con un gesto coraggiosissimo, riportato da Tgcom24.

Il calciatore croato dona il fegato alla madre ammalata

Komsic, 23 anni, ha fermato tutto. Lo scopo del calciatore croato era quello di aiutare la madre, in gravissime condizioni di salute. La donna aveva bisogno di un fegato e sarebbe potuta morire, se il figlio non fosse venuto in suo soccorso. E così il ragazzo le ha donato il suo, di fegato, per la precisione il 70%, salvandole la vita. Komsic ha così commentato l’accaduto: “È andato tutto benissimo, sia l’operazione che il recupero. Grazie a Dio, ora stiamo entrambi bene e mia madre ha finalmente ottenuto una nuova vita dopo 13 anni di dura lotta”.

Il ragazzo è ora sulla via del recupero

Il fegato del ragazzo si sta rigenerando, e presto il calciatore croato tornerà a giocare. L’operazione, risalente a marzo, era stata eseguita in un ospedale specializzato di Istanbul. Komsic, comunque, sottolinea che il lieto fine non era scontato:”Avevo un quadro del tutto chiaro del rischio, ma in quel momento non pensavo nemmeno alla mia carriera calcistica. Avevo una missione chiara: quella di far star bene mia mamma. Tutto il resto era secondario. Il rischio era enorme, la sua vita era in pericolo. Era questione di giorni, insomma. Nel momento in cui ho saputo che non c’erano altre opzioni, ho fatto le valigie e sono volato a Istanbul”. Infine, l’abbraccio verbale: “Il vero eroe di questa storia è mia madre. Ha lottato tanto negli ultimi 13 anni. Lei mi ha dato la vita, io gliel’ho soltanto allungata. Ho fatto quello che credo farebbe chiunque”.

Alberto Celletti

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Parli per se stesso, “tutti” assolutamente no, io mia madre l’avrei vista volentieri schiattata dato che mi ha fatto solo del male in vita.

Commenta