Roma, 24 ott – La Serie A continua ad essere guidata da un Napoli che al momento continua ad essere inarrestabile. Gli uomini di Spalletti escono vittoriosi anche dalla sfida all’Olimpico con la Roma.

La Serie A – per ora – è affare del Napoli

La Gazzetta dello Sport oggi ha titolato: “Napoli, ora sei davvero favorito”. In effetti il cammino dei partenopei è impressionante, sia in campionato che in Champions. Ancora imbattuti a due mesi dall’inizio della stagione in tutte le competizioni, gli azzurri ieri sera hanno espugnato anche l’Olimpico, al termine di una gara equilibrata e anche sofferta, in cui si sono visti prima assegnare e poi annullare dal Var un rigore alla fine del primo tempo. A sbrogliare la matassa ci ha pensato una rete spettacolare di Viktor Osimhen. Il nigeriano, a dieci minuti dalla fine, agguanta al volo da posizione defilata la palla, spedendola direttamente sul palo opposto: Rui Patricio non può far altro che guardare, probabilmente non attendendosi una prodezza simile. La squadra di Spalletti chiude l’undicesima giornata con 9 vittorie, 2 pareggi e nessuna sconfitta: è l’unica al momento imbattuta.

Le altre: Milan e Lazio seguono la scia

Un ridimensionamento generale è dettato dal fatto che la classifica sia indubbiamente corta, nonostante il cammino pazzesco degli azzurri. Ed ecco che rossoneri e biancocelesti, dunque, sono in scia, distanziati rispettivamente da due e tre punti. Il Milan ha la meglio sul Monza con un devastante 4 a 1. I campioni d’Italia dilagano con una doppietta di Diaz, Origi e, infine, Leao. Gli uomini di Sarri, invece, la spuntano sul difficile campo della “solita” sorpresa Atalanta con un due a zero che mostra la solidità del gruppo. Ma è certo che siamo ancora all’inizio della stagione. I titoloni ad effetto, per carità, ci stanno. Ma bisogna sempre considerare che il Napoli, nonostante l’avvio di stagione straordinario, ancora non è in fuga. E che le squadre di Spalletti esauriscono spesso le energie a metà corsa. Ma stavolta c’è una variabile importante, ovvero i mondiali autunnali: che potrebbero portare gli azzurri alla ripresa di gennaio in una condizione di relativa freschezza atletica per lo sprint finale.

Stelio Fergola

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta