Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 12 ago – “Salvini brucia male, vivo. Salvini, perché sei ancora vivo? Io spero che ti stuprino in massa. Spero veramente che ti capitino cose brutte” sputa il rapper Inoki Ness o “Salvini ti auguro il peggio. Se muori facciamo una festa” vomita il collega Gemitaiz. Non va meglio dalla parte dei guru in cerca di gloria: “Lei che sottolinea continuamente di essere padre, da papà quanta eccitazione prova a vedere morire bimbi innocenti in mare? Ministro della mala vita, l’odio che ha seminato la travolgerà” esterna Saviano. E i politici di centro-sinistra? Peggio! “È ora di dirlo: ogni aggressione razzista è da lui (Salvini, ndr) legittimata con il suo sproloquio fascista e la sua incitazione all’odio. Se ne prenda la responsabilità, da mussoliniano doverebbe imparare dal maestro: si finisce a testa in giù poi però” sproloquia Alessandro Huber, segretario del Pd di Bolzano. E non poteva mancare il solito intelligentone di sinistra: “Votare Lega significa essere idioti”, peta sonoramente Gianluca Fanti,  segretario del Pd Madonnina (Modena).
Bugie, insulti, odio, ipocrisie, fake news. Il nemico da abbattere, anche con “metodi bruschi”, è Matteo Salvini. Non si tratta di semplice folkrore politico. Il rosicamento della sinistra è un atteggiamento pericoloso che ricrea le basi subculturali del terrorismo politico. Un magma indistinto che salda attori più o meno consapevoli insieme ad utili idioti che velocemente stanno creando la “copertura” ideologica ed un clima di odio favorevole a gruppi e azioni di terrorismo politico stile anni di piombo. Un atteggiamento culturale che mette insieme , da un lato, la grande finanza internazionale, gli ambienti radical chic, la sinistra moderata e alcuni intellettuali e, dall’altro, la sinistra extraparlamentare, alcuni rappers, gruppi di immigrati clandestini adeguatamente fomentati e gli ambienti estremistici dell’antagonismo militante e dei centri sociali. Una miscela esplosiva che non promette nulla di buono. E che rischia di “legittimare” azioni sconsiderate. La saldatura tra Corano e rappers, in Francia, ha dato un contributo determinante al terrorismo islamico e al reclutamento dei kamikaze. Così come i “cattivi maestri” degli anni 70′ hanno “legittimato” il terrorismo rosso in Italia.
L’accusa di razzismo mossa a Salvini, con il supporto dei media di riferimento, è calunniosa e infida ma viene lanciata, a reti unificate, da politici di primo piano, pur nella consapevolezza della sua assurdità e inconsistenza. La prova l’abbiamo avuta con il lancio dell’uovo non razzista all’atleta Daisy Osakue. Smontata la bufala del razzismo quasi nessuno dei personaggi, che con veemente faciloneria, si erano avventati contro Salvini ha presentato le proprie scuse. Renzi, per primo, che assalito da attacchi di sinistrismo rosicone violento aveva twittato: “Daisy è una campionessa italiana. E’ stata selvaggiamente picchiata da schifosi razzisti. Gli attacchi contro persone di diverso colore della pelle sono una emergenza. Ormai è un’evidenza, che nessuno può negare, specie se siede al governo. Italia, torniamo umani”. Un vero irresponsabile. Esattamente come l’ex presidente Boldrini che sputa un imprudente: “Spero che ai suoi figli (di Salvini, ndr) non succeda mai quello che sta riservando a tanti bambini”. E che dire di Vauro che, dopo una serie di indegni sproloqui, attacca Salvini definendolo “Fascista e razzista, lo disprezzo moralmente”. E così via in un crescendo di affermazioni avventate partorite da personaggi pubblici che manifestano tutti i sintomi del rosicone acuto. Mai ripresi dai leaders politici di sinistra, ovviamente. Sempre che a sinistra esistano ancora dei leaders. E intanto spuntano i manifesti di Salvini impiccato o a testa in giù e le minacce. Grazie ai moderni epigoni, discendenti inferiori e decadenti oltre che di scarsa personalità e capacità creativa, dei “cattivi maestri” degli anni di piombo. Furbi i maestri, sciocchi gli epigoni, ma egualmente sinistri.
Gaetano Montalbano

4 Commenti

  1. a proposito della “campionessa” del lancio con l’uovo OPS disco….
    arrivata QUINTA.
    se doveva essere quella della multi-cultu-etnicità l’arma vincente in campo sportivo,questa ha miseramente FALLITO,a meno di non pensare davvero che un QUINTO POSTO o un paio di medaglie di bronzo rappresentino al meglio il concetto di vittoria.

  2. Attenzione, se qualche pseudo italiota avesse detto o scritto ai tempi di gentilone o minnito tutto quello che i piddini comunistoidi rosica fieno hanno affermato su salvini la magistratura avrebbe già agito d’ufficio senza aspettare querele o qualche para denuncia…….questa è la prima parte dello schifo comunista………poi i finti e parziali democratici si scoprono sodali e amici degli africani e degli spacciatori, dei mafiosi nigeriani assassini di Pamela…….. sono,questi indegni sinistri,ignobili e pericolosi, incapaci di provare rispetto per noi poveri sudditi italiani, sono spietati,vigliacchi e pericolosi poiché ci colpiscono e ci pugnalano alle spalle……… Infami e codardi, arricchiti e nascosti nei loro quartieri con autista e scorta armata………parlano per frasi fatte,noi italiani moriamo a prescindere. Noi moriremo da patrioti, voi ricoperti di viltà.

  3. Bisogna continuare ad agire con la cultura che tanto ritengono solo dalla loro parte.
    Beh non mi sembra che ce ne sia tanta visto gli sproloqui che si leggono in giro, e così facendo io credo che se qualcuno aveva dei dubbi ora non ne avrà più.
    La storia l’hanno riscritta loro ma quella vera è indelebile sui libri, gli Italiani devono tornare a leggerla, e per capirla ci vogliono testate come questa, sono loro i revisionisti e anti Italiani.
    La novità stia nel fatto che ci sia un supporto anche da altri Popoli di altre Nazioni che hanno capito di dover riprendersi la propria Sovranità, e le prossime Europee salvo azioni dei servizi o agenzie deviate saranno un buon punto di inizio.
    Ci sono fermenti in Africa, a est sembra che non ci sia più supporto al comunismo, gli USA, come a Cuba si stanno smuovendo un pò di cose in questa direzione.
    Credo che sia un momento delicato e importante dove trovare la possibilità di sdoganare nel cervello dei Popoli tanti falsi stereotipi e così creare un Europa unita rispettando le proprie differenze e rinsaldando le proprie Sovranità.
    Io credo che se ci sarà sinegia tra questi movimenti potremmo stare bene “ogniuno a casa propria” e il disegno di sostituzione dei popoli, lo sfruttamento e le deportazioni per fini di lucro, come la violenza che sta attraversando l’Europa per natura cesseranno.
    E’ un sogno, ma credo che dipenda molto anche da noi stessi.

  4. Estratto da;
    “Emergenza razzismo: una totale invenzione.” di Andrea Brizzi.–controinformazione.info
    “Il razzismo per definizione, è quell’insieme di teorie scientificamente errate, secondo le quali esisterebbe una gerarchia di razze o etnie più o meno evolute, con capacità intellettuali e morali più o meno sviluppate, per motivi di natura non sociale e o culturale, bensì per motivi genetici”
    “In questo contesto, la manipolazione ideologica la fa da padrona; le necessità economiche delle élite hanno fatto sì che costruisse una narrazione antirazzista d’accatto, per la cui logica dell’essere “anti”, siamo arrivati all’assurdo risultato di negare tutto ciò che è identità, culturale, etnica, storica, etichettando come “razzista” ogni considerazione riguardante le radici europee, la critica all’immigrazione, i problemi sociali derivati dalla convivenza forzata tra gruppi etno/culturali totalmente diversi”
    Come si puo’ leggere gli italiani non sono assolutamente razzisti, cioè non credono di essere superiori ad altri per motivi genetici! Semmai siamo diversi per motivi culturali e questa diversità è una grande ricchezza, l’unica che ci è rimasta in un mondo dominato da usurai e guerrafondai senza scrupoli

Commenta