Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 5 mar – Durissimo scontro tra Matteo Bassetti e l’europarlamentare M5S Dino Giarrusso in diretta a Coffee Break, su La7. Il grillino va all’attacco dell’infettivologo dopo le critiche di quest’ultimo sulla campagna vaccinale in Italia e si vede da subito che vuole provocarlo. “Bassetti è una star televisiva che so che è anche un medico, io mi fido di più della commissaria Ursula Von Der Leyen”. Una dichiarazione di guerra. “Star televisiva? Lei si deve vergognare, io sono in ospedale a lavorare, si vergogni, venga qua a lavorare. Vergogna, vergogna, vergogna“, sbotta il direttore delle Malattie infettive dell’Ospedale San Martino di Genova.



Giarrusso attacca Bassetti che lo sistema per le feste

Giarrusso, grillino folgorato sulla via di Bruxelles, ci tiene a precisare che lui non vuole parlare di medicina ma di politica. Bassetti però è su tutte le furie e gli ripete più volte “Vergogni!”, in modalità “Capra! Capra! Capra!”, à la Sgarbi. “Dimostra scarsa educazione, continua a parlarmi sopra”, si straccia le vesti l’eurogrillino dopo che aveva esordito insultando tutti i presenti: “Vi prego di non interrompermi – aveva detto – perché io vi ho sentito sproloquiare a lungo“. Il modo giusto per intavolare una discussione in tutta calma e sobrietà, proprio.

Black Brain

L’eurogrillino osanna la presidente della Commissione Ue von der Leyen

A dividere i due sul ring televisivo interviene il conduttore Andrea Pancani, ma senza successo. Perché Giarrusso continua con il suo delirio: “Avete detto un sacco di cose che non stanno né in cielo né in terra. Ho più rispetto per Ursula von der Leyen che per Bassetti. La presidente della Commissione europea ci ha fatto i complimenti per come abbiamo gestito la pandemia e le vaccinazioni anti-Covid. Bassetti è un medico ma non è presidente della commissione Ue. La Von der Leyen ha fatto i complimenti a Giuseppe Conte“. Proprio tutto il repertorio da grillino governista, insomma. Al che Pancani lo interrompe di nuovo e gli ricorda che “era la fase iniziale” della campagna vaccinale.

Bassetti: “Inutile che risponda a questo signore. Si è risposto da solo”

Ma niente, Giarrusso insiste. “Era il 15 febbraio scorso. Bassetti parla di medicina ma se posso permettermi di politica ne capisce un po’ meno”. E quel punto sferra un altro attacco contro l’infettivologo. “Il coronavirus è più simile all’influenza che alla peste bubbonica. Chi lo disse? Bassetti. Chieda scusa”, dice. A quel punto il medico allarga le braccia sconsolato: “Inutile che risponda a questo signore. Sì è risposto da solo. Questa affermazione era prima della pandemia scoppiata nel 2020. Mi pare che gli spettatori abbiano capito poi come sono andate le cose”.

Adolfo Spezzaferro

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Che poverello mentale è quel politico, Mai ne dicesse una giusta. Ma da dove viene? Professor Bassetti, le darei volentieri una mano o meglio le presterei volentieri un piede per prendere a calci nel c*lo quello lì.

Commenta