Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 26 feb – Non ci si capisce più nulla. Tutti dicono di poter vincere le elezioni da soli, di poter avere una maggioranza stabile, eppure quello che trapela dalle dicerie di palazzo è che in caso di assenza di maggioranza l’inciucio tra Forza Italia e Pd è lo scenario più probabile.
A rincarare la dose ci si mette Walter Veltroni in un incontro al Teatro Eliseo: “Dopo il voto, se non c’è maggioranza chiara, serve fare una legge elettorale con un premio di maggioranza, e tornare alle urne“. Per fare una legge elettorale serve un governo, e possiamo immaginare che in nome della fantomatica “stabilità“ Renzi e Berlusconi si accorderebbero per fare una legge elettorale che dia governabilità e per non lasciare il paese nel caos. Viene il timore che la scusa della legge elettorale e del principio di continuità diventi il terreno fertile per coltivare l’inciucio, e che sempre in nome di questo principio si rimanga con l’ennesimo governo-truffa che non rispecchia la volontà espressa dai cittadini col voto.
Se questo scenario post-elezioni sembra essere eccessivo, significa che ci siamo tutti dimenticati gli ultimi anni di parlamento illegittimo che ha continuato ad operare in totale tranquillità nonostante la sentenza della Corte Costituzionale che, bocciando il Porcellum, affermava che il parlamento ed il governo dovevano continuare ad esercitare le loro funzioni, limitate però alle attività di stretta necessità. L’esecutivo avrebbe dovuto dimettersi, il Presidente della Repubblica avrebbe dovuto sciogliere le camere ed indurre nuove elezioni: il Parlamento (illegittimo) ha invece approvato riforme economiche (di pessima qualità), ha cambiato la legge elettorale a colpi di fiducia ed ha addirittura provato a cambiare quasi un terzo della Costituzione della Repubblica. Se l’ultima proposta è stata bocciata dai cittadini, tutte le altre sono diventate leggi dello Stato, tradendo la sentenza della Corte.
L’Italia è una nazione strana dove accadono cose incredibili. Almeno questa volta non permettiamo che tradiscano l’unico diritto che ci rimane: il voto.
Dario Dedi



Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

3 Commenti

  1. ….è la dittatura della ‘democrazia reale” …si vota per finta, per ridere..per far credere che hanno diritto costituzionale per rapinare ”legalmente” la nazione Italia..

  2. Il Bimbominkia e Mr.B. anche se volessero dare vita ad un “governo di responsabili” non hanno i numeri per farlo. Dovrebbero imbarcare talmente tante schifezze che sarebbe un suicidio politico. Penso e spero che Lega FdI e CPI prendano abbastanza voti da poter fare senza FI. A tal proposito oggi SkyPD24 tra i rumors metteva che Casapound sosterrebbe un governo di Salvini. Questo si sarebbe un governo rivoluzionario sovranista e capace di non inginocchiarsi alla UE. Spero non sia una bufala.

  3. Mettiamoli a vangare con la palla al piede questi maledetti traditori e riprendiamoci il paese con l’aiuto dei militari e delle forze dell’ordine!

Commenta