Quando si parla di arti marziali cinesi o più comunemente note con il termine Kung Fu l’immaginario comune è legato ad un’attività fisica volta a sviluppare la capacità di difendersi durante un attacco e di rendere forte il proprio corpo.

Tutte caratteristiche che corrispondono al vero, ma che rappresentano solo la punta dell’iceberg di ciò che comporta seguire un percorso che ha un impatto profondo sulla propria vita.

Abbracciare la Via delle arti marziali cinesi significa migliorare il proprio spirito attraverso la pratica, ma soprattutto fare propri i valori fondanti della disciplina come spiegato nelle lezioni dalla Scuola di Arti Marziali Milano Xin Dao in linea con questo pensiero fin dal nome, infatti Xin Dao significa “la via del cuore e della mente”.

L’obiettivo della Scuola è stato quello di riunire tutte quelle aree del Kung Fu all’interno di un programma completo, così da fornire al praticante una formazione a 360° e non parziale come spesso accade.

Un corpo forte e sano

Il Kung Fu è nel suo complesso una delle discipline sportive più complete, infatti una lezione è composta da diverse tipologie di esercizi: riscaldamento, scioglimento muscolare, stretching, potenziamento, esercizi sulla coordinazione, test di combattimento, studio della biomeccanica del corpo.

Tutte queste tipologie di esercizi comportano lo sviluppo di un corpo forte e sano, soprattutto un corpo che si mantiene in forma nel tempo motivo per cui spesso marzialisti che iniziano il loro percorso a trent’anni proseguono fino a tarda età mantenendo molte delle qualità acquisite.

L’impatto sulla mente

Stare bene dal punto di vista fisico ha un impatto positivo anche sulla mente, questo ormai non è un mistero anche in Occidente. Gli studi scientifici che dimostrano gli effetti benefici dell’esercizio fisico sulla salute mentale sono numerosi.

Chi pratica le arti marziali cinesi in modo tradizionale – prevedendo un programma completo e non parziale con lo studio di tutte le aree fondamentali – lo fa di solito perché ne ricava un senso di benessere.

Le persone che praticano hanno più energia durante il giorno, sono molto più concentrate e hanno una migliore memoria a breve e lungo termine, hanno un atteggiamento positivo verso le situazioni quotidiane.

Oltre a questo, discipline come il Kung Fu e il Tai Chi hanno un impatto considerevole anche sulla qualità del sonno e sulla gestione dello stress.

L’influsso delle filosofie orientali

Le arti marziali cinesi inoltre sono strettamente connesse alle filosofie orientali come il Buddismo, motivo per cui l’equilibrio di mente, corpo e spirito ha un effetto centrale ed in modo conseguente si ripercuote sulla vita di ogni giorno.

Fu proprio all’interno del tempio Shaolin in Cina che si svilupparono i primi movimenti di quello che un giorno sarebbe divenuto il Kung Fu che in cinese significa “Duro lavoro”.

Questa traduzione non rende giustizia senza una spiegazione, infatti per “duro” si intende un lavoro che richiede energia, dedizione, costanza. Mentre per “lavoro” si intende la maestria, la capacità di fare qualcosa in modo accurato e con continuità.

Ecco dunque che in questa veste il significato delle parole riflette l’obiettivo del praticare, lavorare su sé stessi, sul proprio corpo, condizionando tecniche che abbiano un impatto sulla mente e influenzino la nostra vita e quella degli altri in modo positivo.

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta