Per la Cremonese questa è la sesta sconfitta. La partita contro il Napoli non lascia molte speranze alla squadra e al mister Massimiliano Alvini. Tutte le partite si possono seguire nella piattaforma dedicata dove i bookmakers lanciano sempre le news e le offerte per avere le migliori statistiche, quote, nuovi pronostici, vantaggi, ricchi premi e promozioni attive che per saperne di più si può andare a verificare su bonus di benvenuto del casino Betwinner.

La partita Cremonese-Napoli

Una sfida che comunque è stata giocata con molta difficoltà per i giocatori della squadra della Cremonese. Nonostante le altre 5 sconfitte questa è proprio il colpo finale. Il Napoli ormai sta diventando una squadra più forte dopo un cambiamento in meglio che ultimamente sta giocando un calcio quasi perfetto. La Cremonese ci ha provato a battere l’avversario, ma secondo Massimiliano Alvini sono stati facilitati da un mezzo rigore. Sicuramente la Cremonese anche se ha tentato di evitare questa ennesima sconfitta, probabilmente sono stati poco attenti soprattutto sul gol di Giovanni Simeone così infine da penalizzare. Parlando di cultura, tra le tante storie, c’è un nuovo ritrovamento raffigurante la dea Atena che descrive la storia di Agrigento, dove per avere maggiori informazioni si può cliccare qui.

Le parole di Massimiliano Alvini

In una piccola intervista dopo la partita Cremonese-Napoli, Massimiliano Alvini, il mister esprime a sue parole quello che è successo in questa sfida commentando: ” E’ stata una partita molto intensa e soprattutto sacrificata. La Cremonese, ci ha messo tutta la sua forza per battere una squadra che ha grande intelligenza. Per noi è un periodo molto difficile, abbiamo anche problemi con Pickel, Okereke, Castagnetti, Sadjout, Chiriches, Hendry, chi malati con influenza e chi infortunato.  Dopo tutte queste sconfitte subite non meritavamo di perdere”-sottolinea Massimiliano Alvini.

Il rigore

Oltre ad aver parlato della sua Cremonese, il mister continua il suo discorso e si sofferma sul rigore dichiarando: ” Tuttavia sapevamo che comunque potevamo riuscire a mettere il Napoli in difficoltà e l’abbiamo fatto, ma la squadra di Luciano Spalletti ha grandi doti e merita di vincere. Su un mezzo rigore del genere con queste nuove norme senza a fischiare non lo trovo molto corretto e si è preso comunque il suo vantaggio! Noi abbiamo giocato con tutte le nostre forze fino al 91′minuto senza aver concluso niente, ovviamente mi dispiace soprattutto per i miei ragazzi perchè alla fine il risultato li ha penalizzati”- conclude Massimiliano Alvini.

Poche speranze

Per la Cremonese questo è un campionato piuttosto deludente, la squadra si trova alla 19 posizione della classifica e le speranze sono lontane. Da una parte tutte queste sconfitte fanno pensare a calciatori non preparati abbastanza per riuscire ad affrontare un avversario, eppure Massimiliano Alvini sembra essere da sempre convinto di stare sulla strada giusta. Allora come mai la Cremonese non riesce ad andare avanti? Probabile che si debba impegnare di più soprattutto negli allenamenti o nel gioco, eppure in campo e nello spirito non manca la buona volontà ma forse c’è qualcos altro che non funziona che Massimilano Alvini non ha capito? Vedremo come si svolgeranno le prossime partite, intanto domina la delusione estrema..

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta