Una stagione non facile per Cristiano Ronaldo, culminata nel peggiore dei modi: mancata qualificazione in Champions League. Il lusitano aveva deciso la scorsa estate di lasciare la Juventus per fare ritorno lì dove il mito di CR7 ha preso forma, a Manchester. L’arrivo del numero 7 dei Red Devils aveva acceso l’entusiasmo dei tifosi e anche i principali siti di scommessa, gioco molto amato insieme ai casinò Casinia, puntavano sullo United per un posto nella Coppa dalle grandi orecchie. Qualcosa, però, è andato storto. 

Nel corso della stagione il club ha dovuto assistere ad una rivoluzione in panchina, con l’addio di Ole Gunnar Solskjær e l’arrivo di Rangnick. Questo non è bastato a risollevare lo United dalle polveri, anzi, ha contribuito ad affondare la squadra che un tempo dominava la Premier. La situazione complicata e i problemi con il nuovo tecnico, hanno aumentato il malumore di Cristiano Ronaldo, con i media britannici che raccontano di un portoghese sempre più pentito di aver fatto ritorno in Inghilterra. Per questo motivo ora che è ufficiale il mancato approdo alla prossima Champions League, il futuro di CR7 si fa sempre più misterioso, dividendo l’opinione pubblica.

CR7 dentro o fuori?

Se dovessimo analizzare le statistiche di Cristiano Ronaldo, queste mostrerebbero come risulti ancora decisivo, nonostante le difficoltà della squadra. Il forte attaccante ha siglato 18 gol in 30 partite di Premier League ed ha superato quota 20 gol (precisamente 24) contando anche le coppe disputate. Numeri che rivelano come CR7 sappia essere ancora decisivo e dire la sua nonostante i 37 anni. 

Ora per lui è il momento di prendere una decisione: restare o andare via. Fonti vicino la squadra, come rivelato da The Sun, rivelano che il portoghese è pronto a restare allo United, anche senza la Champions League. La scelta avrebbe del clamoroso visto i rumors che in questi lunghi mesi si sono fatti avanti. Ovviamente nulla di concreto, tutto dipende dal nuovo tecnico Ten Hag, proveniente dall’Ajax. Più volte il prossimo allenatore dei Red Devils ha affermato che non considera Ronaldo imprescindibile. Ecco perché in caso di secco no, CR7 non punterebbe i piedi e cercherebbe una nuova destinazione.

Destinazione che al momento non c’è. L’unica squadra che può permettersi di acquistare Cristiano Ronaldo è il PSG, ma a patto che vada via Mbappè. Le due parti sono già state vicine la scorsa estate, ma ora il sogno di vedere giocare insieme gli eterni rivali (Messi e Ronaldo) prende sembra sempre più vicino, chissà che non diventi reale.

Prossima Champions senza il portoghese?

In caso di conferma, Cristiano Ronaldo non giocherebbe la prossima Champions League. Sarebbe la prima volta dopo 20 anni. L’ultima volta che si è disputato il più grande torneo europeo senza il lusitano era la stagione 2003 e CR7 giocava tra le fila dello Sporting Lisbona. All’epoca disputò la Coppa UEFA/Europa League. Ora potrebbe accadere lo stesso scenario: in caso di qualificazione alla prossima Europa League o Conference League, Ronaldo disputerebbe un torneo continentale diverso dalla Champions per la seconda volta in carriera.

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta