Home » Terrorismo antifascista: bomba a Firenze contro CasaPound, un artificiere ferito

Terrorismo antifascista: bomba a Firenze contro CasaPound, un artificiere ferito

by Roberto Derta
10 comments

Roma, 1 gen – Si temeva un capodanno all’insegna del terrorismo, e così è stato, anche se non c’entra l’islamismo e non ci sono stati morti, solo un ferito grave. Succede a Firenze, dove è stata piazzata una bomba davanti alla libreria di CasaPound. L’ordigno è stato visto da una pattuglia della polizia, che ha notato un involucro sospetto davanti al locale in via Leonardo Da Vinci, non lontano dal centro storico. Secondo le prime informazioni, gli artificieri giunti sul posto hanno lavorato all’ispezione o al disinnesco del pacco-bomba e uno è rimasto ferito dall’esplosione.

Tutto è accaduto attorno alle 5:30 di oggi. L’artificiere, sottoposto ad un intervento chirurgico, rischia di perdere un occhio e di avere una mano fortemente compromessa. L’ordigno, secondo quanto appreso, era dotato di un timer collegato al pacco-bomba con dei fili elettrici. Sul posto la Digos e gli agenti della scientifica. “Condanno duramente quanto avvenuto stamattina a Firenze: si tratta di un episodio gravissimo e senza alcuna giustificazione. All’agente ferito – è il commento del sindaco Dario Nardella – va la solidarietà mia e dell’intera città. I colpevoli deve essere presto assicurati alla giustizia. Firenze è città di pace e non è rappresentata da orrori di questo genere”.

Roberto Derta

You may also like

10 comments

Luca 1 Gennaio 2017 - 12:47

Stesse modalità dei partigiani di merda!!

Reply
paleolibertario 1 Gennaio 2017 - 2:33

Vergognoso il sindaco: esprime solidarietà all’agente ferito (e questo è giusto) e non fa nessun accenno alla libreria o alle persone che potevano essere presenti nella libreria stessa. Commento ancora più subdolo da parte del vescovo, dove la libreria presa di mira sembra che sia un problema di per sé… Comunque questi atti dimostrano che certe persone e certe ideologie sono alla fine, non hanno più futuro.

Reply
Adriano 1 Gennaio 2017 - 3:12

Come solito, se succede qualcosa a noi camerati, le scuse non ci sono, le zecche rosse non si smentiscono mai, hanno perso un referendum e, come solito, se si vedono sconfitti, fanno del tutto x non ammetterlo ed iniziano a fare i terroristi. Fortuna che dei nostri non c’era nessuno, x il poliziotto va la mai solidarietà, stava svolgendo il suo lavoro x cercare di non far fare danni, e invece, li ha subiti lui fisicamente. Stiamo con la guardia alzata, questi sciacalli rossi , sono sempre in agguato e vigliaccamente.

Reply
Anonimo 1 Gennaio 2017 - 6:25

Se vogliamo fare i pignoli le zecche rosse hanno votato come te e quindi hanno “vinto ” come pensi di aver vinto tu…
Andre

Reply
paleolibertario 3 Gennaio 2017 - 2:30

Se vogliamo fare i pignoli è stato il “capoccia” della sinistra attuale a volere il referendum, ed a perderlo, se vi fate rappresentare da Renzi è un problema vostro, significa che nella vostra area non contate un cactus. La stragrande maggioranza dei “sì” sono voti di sinistra: mi sa che dovrai fartene una ragione. E la maggior parte dei “no” rappresenta un “no” a Renzi e al suo governo di sinistra, non rappresenta certo un “sì” alla sacralità della costituzione…

Reply
nemesi 1 Gennaio 2017 - 5:52

guardate che secondo il Guru Web Radical Chic…a commettere l’attentato è stato un FASCISTA.
(testuale)

sempre da parte di questo Culu OPS Guru arriva la grande solidarietà all’operatore Polstato ferito gravemente (salvo
non rimangiarsela il giorno dopo in caso sulla pagina FB
del Poliziotto ci sia qualche commento sgradito,come già successo appena la settiamana scorsa con due Agenti).

Reply
marco 1 Gennaio 2017 - 6:35

Solidarietà all’agente ferito.
Solito operato da partigiani vigliacchi, gentaglia di merda. La loro azione rende onore all’operatore politico e sociale dei camerati, semplicemente una prova che la via di Casa Pound è quella giusta. Il futuro sarà presto nostro! Diffondiamo e continuiamo così, e presentiamo rappresentanti e liste nelle elezioni assieme a tutti quelli che ci sono vicini..

Reply
GIORGIO BILLO 1 Gennaio 2017 - 8:31

l’ideologia del partigiano….
lancia il sasso e nascondi la mano !
è questione di stile, eroi si nasce…vigliacchi e infami…pure !

Reply
Elia imineo 3 Gennaio 2017 - 8:42

Un attentato ad una libreria di casapound in un momento storico come questo poteva farlo solo una zecca…
Solidarietà all’ agente…
La storia si ripete il coraggio e l’ onore non fa parte del loro DNA…feccia

Reply
emmerossa 3 Gennaio 2017 - 10:35 Reply

Commenta

Redazione

Chi Siamo

Il Primato Nazionale plurisettimanale online indipendente;

Newsletter

Iscriviti alla newsletter



© Copyright 2023 Il Primato Nazionale – Tutti i diritti riservati

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: