Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 1 giu – A Roma le cornacchie sono diventate un vero problema: negli ultimi tempi sno diventate sempre più aggressive. La Lipu, però, minimizza: “Finirà in dieci giorni”.

Sangue di Enea Ritter

Cornacchie, quartieri sotto attacco a Roma

E’ veramente allarme cornacchie a Roma: dopo l’invasione dei cinghiali, gli onnipresenti gabbiani e i topi che si saziano nei supermercati, adesso i simpatici volatili nero grigi, notoriamente molto intelligenti, sono diventate sempre più aggressivi. In vertiginoso aumento le segnalazioni di aggressioni da parte delle cornacchie, soprattutto in alcuni quartieri di Roma dove i nidi  abbondano, in particolare all’Eur, Monteverde, e il Salario-Trieste.

Black Brain

La Lipu minimizza: “Solo un periodo”

La Lipu tuttavia minimizza: “Gli esemplari di cornacchie grigie, la specie presente a Roma e che ha deviazioni comportamentali sono in realtà pochi. Si tratta di 4 o 5 coppie in tutto che hanno dato problemi ai cittadini”, spiega all’Agi Francesca Manzia, responsabile del Centro recupero fauna selvatica della Lipu a Roma. “È difficile dire quante ce ne siano, sono diverse migliaia. Ma la loro capacità di ferire è limitata. Spesso chi ricorre alle cure mediche è per lo più perché con lo spavento è caduto a terra. I graffi e le ferite con il becco sono davvero pochi”.

“Il problema, inoltre interessa circa una settimana o massimo 10 giorni all’anno per coppia. Infatti questa aggressività verso l’uomo è in sostanza legata alla difesa dei loro piccoli. Dopo la nidiata, questi vengono accompagnati in strada per lo svezzamento. Sono esposti ai pericoli e i genitori possono essere molto apprensivi nella difesa dei piccoli”.

“Assecondate il loro volere”

Consigliamo ai cittadini di assecondare il volere della cornacchia allontanandoci di alcuni metri quando sentiamo che gracchia moltissimo – ha sottolineato la responsabile della Lipu – in questo caso cerchiamo di non andare nella loro direzione perché nelle vicinanze potrebbero esserci i piccoli”. Che dire, a Roma ci mancava anche questo problema. Speriamo che nessuno dica alla Raggi che le cornacchie sono migliaia, altrimenti cercherà anche i loro voti.

Ilaria Paoletti

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

5 Commenti

  1. Alcuni credono che le cornacchie siano presagio di sventure.
    Addirittura, se la cornacchia si trova sul lato sinistro della strada, porta perfino morte.
    Però dovremmo essere già vaccinati alle cornacchie, visto che ne abbiamo dovuto sopportare tante in questo periodo di pandemia.

  2. “Consigliamo ai cittadini di assecondare il volere della cornacchia allontanandoci di alcuni metri quando sentiamo che gracchia moltissimo – ha sottolineato la responsabile della Lipu – in questo caso cerchiamo di non andare nella loro direzione perché nelle vicinanze potrebbero esserci i piccoli”

    eggià….
    in questo schifo di paese OGNI rompiscatole che raglia abbastanza forte va assecondato,eh?

    non sono d’accordo:
    le città NON sono campagne e boschi…
    sono il NOSTRO territorio,e se rompono le scatole sono le cornacchie che se ne vanno,NON i cittadini.

    e questo vale anche per zanzare,topi,gabbiani,colombi e cinghiali.

    e visto che l’amministrazione NON fa il suo dovere di eradicare alla base tutte queste bestiacce (dobbiamo già sopportare quelle a due zampe,ci mancano pure queste)
    consiglio ad ogni cittadino di roma,milano ecc di
    provvedere di persona,nel suo piccolo:

    veleni per topi striscianti e volanti….
    e trappole letali,non costano poi molto:e se
    sparpagliate nei tombini e sui tetti a macchia di leopardo su tutta la città risolveranno in breve tempo molti problemi.

    altra cosa estremamente utile e costantemente sottovalutata,SMETTETE una buona volta di nutrire gli obesi gatti delle colonie feline,che cosi ricominceranno a fare il loro dovere…

    e ancora togliete tutti i sottovasi dove si formano le larve di zanzara, e nelle acque stagnanti buttate pesci che si nutrano di loro….
    o veleni.

    ecc
    ecc
    ecc

Commenta