Roma, 14 nov – Aprite i porti a tutte le navi Ong e fatevi carico di tutti i clandestini. E’ questo, in buona sostanza, il messaggio che l’Ue ha recapitato oggi all’Italia. “Vi è un obbligo giuridico chiaro e inequivoco: il salvataggio della vita umana deve esserci, a prescindere dalle circostanze che conducono le persone a trovarsi in una situazione di difficoltà”. Quindi “non facciamo differenze tra le navi delle Ong e le altre”. E’ quanto dichiarato da Anitta Hipper, portavoce della Commissione europea, durante il briefing quotidiano con la stampa in merito a sbarchi e salvataggi di migranti.

Nessuna differenza tra Ong e altre navi? Perché è un altro schiaffo Ue all’Italia

E dire che delle 17 navi Ong operanti nel Mediterraneo, solo due sono registrate presso il registro Organizzazione marittima internazionale (Imo) come “navi da ricerca e salvataggio”: la Geo Barents della Ong Medici senza Frontiere e la Open Arms della Ong Open Arms.

Siamo insomma di fronte all’ennesimo endorsement dell’Unione Europea alle Ong. Un assist che è al contempo uno sgambetto all’Italia, proprio adesso che il governo Meloni sta lavorando a un piano per contrastare le attività delle organizzazioni che traghetto immigrati sulle nostre coste. Come riportato stamani su questo giornale, il ministro dell’Interno Matteo Piantedosi, stando a quanto sta emergendo, è interessato ad avviare una rete di accordi con i Paesi di provenienza anche per i rimpatri. Senza codice di condotta, le navi dei “salvatori” subiranno sequestri e multe: per attraccare nei porti italiani, esse dovranno dimostrare di aver soccorso e salvato persone da pericoli certificati. L’affermazione del Viminale sulla Ocean Viking riguarda il fatto che il governo non avesse espresso alcun divieto, mentre la nave decideva autonomamente di virare verso i porti francesi.

Alessandro Della Guglia

Ti è piaciuto l’articolo?
Ogni riga che scriviamo è frutto dell’impegno e della passione di una testata che non ha né padrini né padroni.
Il Primato Nazionale è infatti una voce libera e indipendente. Ma libertà e indipendenza hanno un costo.
Aiutaci a proseguire il nostro lavoro attraverso un abbonamento o una donazione.

 

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Nessuna differenza tra Ong e altre navi? Ecco, allora se una dozzina delle “altre navi” carica di soldati russi e cinesi armati chiedesse l’attracco al porto di Genova, sarebbe autorizzata a sbarcare con tutti gli onori ? Allora se la UE dice stronzate può anche rimangiarsele .

Commenta