Il Primato Nazionale mensile in edicola

Roma, 30 ago — Anche Vittorio Sgarbi interviene a gamba tesa contro le inaccettabili dichiarazioni di Tomaso Montanari sulla tragedia delle Foibe e il suo tentativo di delegittimare il Giorno del Ricordo.



«Chiediamo con forza che Montanari si dimetta», affonda Sgarbi in un video pubblicato su YouTube, «perché ha osato sputare sui morti» in quanto «non erano morti che piacevano a lui, non erano morti del suo colore. Erano cittadini semplici buttati nelle foibe dai comunisti di Tito». Il critico d’arte ricostruisce la vicenda legata al rettore dell’Università per stranieri di Siena .«Tomaso Montanari e Angelo d’Orsi hanno rimproverato in modo assolutamente indecoroso il presidente Mattarella» per avere fatto il proprio dovere, ovvero «avere onorato i morti delle foibe».

Black Brain

Sgarbi: “Non si sputa sulle Foibe”

Il riconoscimento dei morti delle foibe è recente, «è stato stabilito con una legge del 2004», prosegue Sgarbi. «Secondo Montanari e d’Orsi questa legge rappresenta il trionfo di una destra fascista che vuole un revisionismo di Stato. Questa vittoria della destra, secondo loro, sarebbe responsabilità dei vertici della Repubblica che hanno consentito che si costituisse il Giorno del Ricordo».

«Sopra i morti si permettono di parlare di falsificazione storica, come se non fossero stati buttati vivi a morire dentro alle foibe… teste di ca**o!», si infiamma il sindaco di Sutri. «Tito ha operato una pulizia etnica contro gli italiani, cacciati dalle terre che un tempo erano italiane. Si tratterebbe di 16.500 vittime che non interessano a Montanari e a d’Orsi, che gli sputano sopra. Troppo pochi, perché il presidente della Repubblica debba ricordarli con sgomento e dolore. Per loro non c’è nessun dolore e nessuna preoccupazione. Non porterebbero neanche un fiore a quei morti», continua Sgarbi.

Montanari deve andarsene

Poi parte l’affondo: «Montanari è rettore dell’Università per stranieri. Se si è dimesso Durigon, 16.500 volte si deve dimettere Montanari. Non può essere professore e rettore di studenti chi sputa sui morti e ignora le vittime dei comunisti titini. Si devono piangere gli ebrei uccisi nei campi di concentramento, si devono piangere gli italiani uccisi nelle foibe. Tommaso Montanari non merita rispetto, deve essere cacciato a pedate. Onore ai morti delle foibe».

Cristina Gauri

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

Commenta