Il Primato Nazionale mensile in edicola

CasaPoundFirenze, 31 gen – Stretta di polizia sull’ambiente anarchico fiorentino. Il gip di Firenze ha emesso alcune ordinanze di custodia cautelare e in queste ore stanno scattando le manette ai polsi per alcuni esponenti dell’area anarchica. Secondo quanto trapela da ambienti di polizia, sul capo degli indagati pende l’accusa di associazione a delinquere ed altri reati, un gruppo sovversivo che “ricorreva alla pratica della violenza per affermare la propria ideologia”.

Sangue di Enea Ritter

Nel fascicolo sarebbero stati inseriti anche degli assalti realizzati negli ultimi anni contro le sedi di CasaPound, ma non è ancora chiaro se tra questi sia compresa anche la bomba piazzata a Capodanno di fronte alla libreria “Il Bargello”. Polizia, carabinieri, vigili del fuoco e anche un’unità di artificieri sono intervenuti dalle prime ore dell’alba nella zona di San Salvi, precisamente nel centro occupato di Villa Panico. Lo stabile occupato, posto sotto sequestro preventivo, è ritenuto la principale base logistica dell’associazione per delinquere di ispirazione anarchica. Durante le operazioni è intervenuta anche l’unità degli artificieri che per precauzione ha fatto brillare un piccolo raccoglitore in ghisa riempito con dei fiori in modo sospetto. Si è sentita una fortissima esplosione.

Black Brain

L’occupazione di Villa Panico è da tempo al centro delle cronache cittadine per vari atti di violenza. Tempo fa alcuni militanti della struttura furono ritenuti responsabili di un assalto a una caserma dei carabinieri a colpi di molotov.  Gente infrequentabile, quindi? Non proprio, se è vero che nel 2015, a una manifestazione contro il Bargello, gli anarchici di Villa Panico scesero in piazza accanto presidente del quartiere 2, Michele Pierguidi, del Pd, come riportato da Repubblica. Com’era quella storia degli esecutori materiali e dei mandanti morali?

Roberto Derta

 

Pivert casual italian brand

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

  1. Le istituzioni “democratiche” avrebbero consentito a questa feccia di continuare ancora a lungo nella loro associazione a delinquere, ma purtroppo per loro dopo lo scoppio della bomba in mano all’artificiere anche i compagni del pd hanno preferito scaricare il loro braccio armato per non mettersi contro le forze dell’ordine…

Commenta