Roma, 4 feb — Prosciolta con formula ampia: è andata a finire così, liscia come l’olio, per la tenente di vascello che nell’estate 2020 aveva messo in ridicolo la Marina mettendo in scena la coreografia dell’orrida hit Jerusalema, ballata dagli allievi della Scuola sottufficiali di Taranto che avevano appena prestato giuramento. Il video, oggettivamente pietoso, era diventato immediatamente virale sui social, mettendo in grande imbarazzo il ministero della Difesa.

La tenente “coreografa” di Jerusalema viene prosciolta 

«La giovane ufficiale avrebbe dovuto essere premiata dalla Marina anziché essere sottoposta a processo», questa l’opinione del suo legale. Ora che in udienza preliminare si è chiuso il procedimento penale, la tenente spera in un’archiviazione del procedimento disciplinare a suo carico, sospeso fino ad ora. «Confido che la Marina voglia archiviare e chiudere definitivamente questa vicenda inutilmente traumatizzante per una giovane comandante madre ed entusiasta del proprio lavoro», conclude l’avvocato. Prosciolto anche un sottufficiale che in concorso con la tenente era stato accusato di disobbedienza continuata pluriaggravata. «Distogliendosi dal clamore mediatico del balletto, il gup è stato tranciante. Il reato non esiste, non c’è stata nessuna disobbedienza», conclude l’avvocato.

Il video

Nel video è immortalata la comandante, vestita di tutto punto in uniforme bianca, sciabola e sciarpa azzurra mentre «dirige» il balletto di fronte alle reclute inquadrate, come se si trovassero in un villaggio vacanze. Le note sono quelle di Jerusalema, la hit di due anni fa realizzata dal produttore Master KG in collaborazione con la cantante Nomcebo Zikode, diventata celebre per le numerose rivisitazioni danzerecce comparse nei video su TikTok di mezzo mondo. Il comportamento dell’ufficiale ha fatto andare su tutte le furie il capo di stato maggiore della Marina militare, l’ammiraglio Giuseppe Cavo Dragone, che aveva pertanto ordinato di aprire un’inchiesta. La procura militare di Napoli aveva poi aperto un procedimento penale per «disobbedienza». Quattro anni fa, del resto, fu la stessa pagina ufficiale della Marina a diffondere un video ridicolo in cui i propri soldati ballavano sulle note di Happy di Pharrell Williams

Cristina Gauri

La tua mail per essere sempre aggiornato

4 Commenti

  1. io l’avrei cacciata dalle forze armate a calci nel kulo,altro che proscioglierla o premiarla:
    ma che diavolo si sono bevuti in questo paese?
    sono completamente FUORI DI TESTA,
    da almeno trent’anni.

  2. Il balletto? Grave e discutibile è vero! Ma è solo l’ultimo dei problemi, personalmente trovo molto più grave e umiliante che il governo utilizzi la Marina ( e altri Corpi) per aiutare i clandestini ad invadere l’ITALIA! Questo si è un vero schifo!!!

Commenta