Roma, 28 mar – Non c’è pace attorno alla controversa figura di Alessandro Orsini. Il docente della Luiss, infatti, fa indignare le anime bella dell’atlantismo di servizio, ma fa anche gola a chi intende alzare gli ascolti. Anche per questo Bianca Berlinguer era riuscita ad accaparrarsi la presenza di Orsini alla trasmissione Cartabianca, in onda su Rai3. Il tutto alla modica cifra di duemila euro a puntata, hanno fatto sapere dal Foglio stracciandosi le vesti. E così, di protesta in protesta, alla fine la Rai deciso di cestinare il contratto di Orsini. Senza, peraltro, avvisare la Berlinguer. Che ovviamente non l’ha presa bene, e ora si è tolta qualche sassolino dalla scarpa.

Leggi anche: Mughini: «Gli insulti selvaggi a Orsini sono pura barbarie, io sto con lui»

Bianca Berlinguer sul caso Orsini

«Mi sono sentita amareggiata e colpita nelle mie prerogative di autrice e responsabile del programma, che si esprimono anche nella libertà di decidere quali ospiti avere, quali contenuti dare per disegnare, insieme alla mia squadra, la fisionomia della trasmissione. Invece la decisione è stata presa senza che io venissi consultata», è l’accusa rivolta dalla conduttrice sulle colonne della Stampa. E a chi ripete che Orsini sarebbe una sorta di «impresentabile», la Berlinguer risponde: «È uno studioso che esprime posizioni presenti nell’opinione pubblica e tra gli analisti. Io sono per il pluralismo sempre e questa condizione è inderogabile soprattutto in una situazione così delicata. Orsini peraltro ha sempre cercato di analizzare le cause di quanto accade, senza negare che la Russia sia l’aggressore. E io non mi stanco di ribadirlo nel corso dell’intero programma».

Guarda anche: «Sei in malafede e scrivi cose inqualificabili»: Orsini demolisce Nathalie Tocci (Video)

Ma quindi, che cosa è successo di preciso? «Dopo che altre trasmissioni gli avevano fatto a Orsini proposte economicamente più allettanti, gli ho offerto un contratto per sei puntate e così lui ha deciso di scegliere Cartabianca, convinto di poter esprimere lì il suo pensiero in piena libertà». A quanto pare, però, si sbagliava. E anche se Orsini parteciperà al programma a titolo gratuito, la Berlinguer ribadisce al Fatto Quotidiano la sua ferma critica alla Rai: «Sono rimasta molto amareggiata perché la prerogativa di chi ha la responsabilità di un programma è poter scegliere i contenuti e decidere gli ospiti del dibattito. Reputo grave il fatto di non essere stata consultata».

Elena Sempione

La tua mail per essere sempre aggiornato

1 commento

Commenta